Code di aragosta alla crema

Code di aragosta alla crema
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h e 30 min
Tempo di cottura
35 min
Tempi aggiuntivi
15 ore e 30 minuti di riposo
Calorie a porzione
535 kcal
1
5.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 vassoio da 8 porzioni
  • Crema pasticcera






  • Per la pasta choux





    Per la farcia

    Per completare

    • Il giorno prima di preparare i dolci, dedicatevi alla sfoglia. Setacciate la farina in una ciotola, aggiungete l’acqua, il miele, un pizzico di sale e lavorate con la punta delle dita, mescolando delicatamente; lasciate riposare mezzora. Senza lavorarlo, accorpate l’impasto e formate una palla, copritela con la pellicola e mettete in frigo per 2 ore.

    • Mettete l’impasto nella planetaria e mandatelo con il gancio “K” (a foglia) per 10 minuti, finché sarà diventato liscio.

    • Dividetelo in 4 pezzi e passatene uno nella macchinetta per la pasta, partendo dallo spessore più alto fino al minimo poco alla volta, per ottenere una sfoglia molto sottile. Appoggiatela sul piano , poi procedete con gli altri pezzetti, senza soprammettere le sfoglie ottenute.

    • Spennellate bene i pezzi di sfoglia con lo strutto. Iniziate ad arrotolare strettamente la prima sfoglia dal lato corto, così da ottenere un cilindro. Quando sarà finita aggiungete la seconda e continuate ad arrotolarla sullo stesso cilindro. Procedete così anche con gli altri pezzi di sfoglia.

    • Spennellate il cilindro finale (che avrà un diametro piuttosto grande) con strutto, sigillatelo con la pellicola e mettetelo in frigo per 12 ore.

    • Il giorno dopo preparate la pasta choux. In una casseruola non troppo larga e dai bordi alti scaldate l’acqua con un pizzico di sale, poi fatevi sciogliere il burro. 

    • Appena l’acqua bolle togliete la casseruola dal fuoco e buttatevi la farina già setacciata tutta di un colpo. Rimettete sul fuoco e iniziate a mescolare vigorosamente con un cucchiaio di legno, contro le pareti della casseruola, finché il composto non si sarà compattato in una palla che si stacchi bene sia dal cucchiaio che dalla casseruola. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire 10 minuti, rimestando di tanto in tanto per accelerare il raffreddamento.

    • A questo punto aggiungete un uovo alla volta, mescolando con cura, e unite il successivo solo quando il composto avrà assorbito il precedente. L’impasto sarà pronto quando risulterà liscio e vellutato. Spegnete, fatelo intiepidire e inseritelo in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia di 1 cm.

    • Riprendete il cilindro di sfoglia preparato e premetelo rotolandolo sul piano con delicatezza, così da allungarlo e assottigliare ancora gli strati di sfoglia. Il cilindro alla fine dovrà avere il diametro di circa 5-6 cm.

    • Tagliatelo a fette (i cosiddetti “tappi”) dello spessore di 1 cm, che dovrete assottigliare un po’ con i palmi delle mani.

    • Prendete un “tappo” con tutte e due le mani e premetelo al centro con i pollici. Ruotandolo, schiacciatelo delicatamente via via verso l’esterno, così da formare un imbuto chiuso, una sorta di conchiglia vuota. Appoggiatela su un vassoio foderato di carta da forno, poi procedete con gli altri “tappi”. Appena fatte tutte le conchiglie, copritele con la pellicola e mettetele in frigo per un’ora.

    • Farcite ogni conchiglia di sfoglia con l’impasto choux, che non dovrà uscire fuori. Richiudete i lembi liberi delle conchiglie senza premere troppo e appoggiatele sulla placca del forno, foderata con l’apposita carta.

    • Mettete i dolcetti in forno ventilato già caldo a 180°C per 25-30 minuti, dovranno gonfiarsi e risultare dorati ma non troppo scuri. Sfornateli e fateli raffreddare.

    • Mescolate con una frusta a mano la crema pasticcera per ammorbidirla, quindi trasferitela in una tasca da pasticcere con bocchetta a stella da 1 cm.

    • Farcite le code di aragosta con la crema, spolverizzatele con zucchero a velo e gustatele.

    Le Code di aragosta alla crema sono squisite, perfette per accompagnare un bel caffè o un tè bollente, sono una vera e propria delizia. Ma potete gustare le vostre sfiziose Code di aragosta alla crema come fine pasto da condividere in famiglia, oppure servirle per una festa, per una merenda o per un’occasione speciale. Queste Code di aragosta alla crema, che ricordano i sapori di una volta, i diari di ricette della nonna e le loro cucine, profumate e accoglienti, sono un dessert classico ma intramontabile, ideale quando si ha voglia di coccolarsi un po’ e la voglia di dolce ha il sopravvento. Quindi, cosa aspettate? Con questa ricetta il risultato è sempre assicurato: otterrete delle Code di aragosta alla crema deliziose, un vero inno alla dolcezza!

    Ricetta di Carla Marchetti
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Le ricette del giorno 23 febbraio 2024

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare