Sfogliatelle ricce napoletane

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
40 min
Tempi aggiuntivi
13 ore di riposo
Calorie a porzione
730 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
40 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni
  • Pasta sfoglia



  • Per la farcia










    Per completare

    1. Srotolate le due sfoglie e tagliatele in due per lungo. Passate ogni pezzo nella macchina per la pasta, diminuendo via via lo spessore tra i rulli: aiutatevi spolverizzando con della farina.
    2. Appoggiate i pezzi ottenuti sul tavolo e spennellateli con del burro fuso non caldo. Iniziate ad arrotolare strettamente il primo pezzo, dal lato corto, così da ottenere un cilindro. Quando sarà finito aggiungete il secondo pezzo e continuate ad arrotolarlo sullo stesso cilindro. Procedete così anche con gli altri pezzi di sfoglia.
    3. Spennellate il cilindro finale (che avrà un diametro piuttosto grande) con il burro, sigillatelo con la pellicola e mettetelo in frigo.
    4. Dedicatevi al ripieno. Portate a leggera ebollizione il latte, un pizzico di sale e il burro. Versate la semola a pioggia, poco alla volta e sempre mescolando con una frusta, per evitare grumi. Fate cuocere 7-8 minuti, poi spegnete e fate intiepidire.
    5. In una ciotola setacciate la ricotta, poi unite l’uovo, lo zucchero, l’arancia candita a cubetti, la scorza grattugiata dell’arancia, un pizzico di cannella e mescolate.
    6. Aggiungete il semolino e continuate a mischiare con una frusta a mano fino ad amalgamare gli ingredienti. Fate raffreddare e poi riposare in frigo.
    7. Il giorno successivo premete con delicatezza il rotolo di sfoglia preparato e allungatelo rotolandolo sul piano, così da assottigliare ancora gli strati di sfoglia. Il cilindro dovrà avere il diametro di circa 5-6 cm.
    8. Tagliatelo a fette (i cosiddetti “tappi”) dello spessore di 1 cm, poi assottigliateli un po’ con i palmi delle mani. Appoggiateli su un vassoio foderato di carta da forno, copriteli con la pellicola e metteteli in frigo per un’ora.
    9. Prendete un “tappo” con tutte e due le mani e premetelo al centro con i pollici. Ruotandolo, schiacciatelo delicatamente via via verso l’esterno, così da formare un imbuto chiuso, una sorta di conchiglia vuota.
    10. Appena fatto il guscio, farcitelo abbondantemente con il ripieno, chiudete i lembi (non è necessario sigillarli) e appoggiatelo sulla placca del forno, ricoperto con la carta apposita. Continuate così con tutti gli altri “tappi”.
    11. Ponete la placca in forno statico già caldo a 220°C, dopo 10 minuti abbassate a 200°C e dopo altri 10 minuti circa portate la temperatura a 180°C. Quando le sfogliatelle saranno dorate ma non troppo scure (altri 10 minuti circa) potete sfornarle.
    12. Lasciatele intiepidire, spolverizzatele con zucchero a velo setacciato e gustatele.

    Quanti dolci squisiti e sfiziosi, semplici, economici e veloci, si possono preparare con un po’ di fantasia? Le Sfogliatelle napoletane sono uno di questi! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), ed erano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto dei dolci fatti in casa come le Sfogliatelle napoletane, che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria. Le Sfogliatelle napoletane non vi stancheranno mai: ottime per il risveglio della colazione o per la merenda dei bambini che ne vanno ghiotti. Se siete in cerca di un’idea golosa per la festa, le Sfogliatelle napoletane fanno sicuramente per voi. Qualche consiglio per la riuscita delle Sfogliatelle napoletane: utilizzate sempre prodotti freschi e di qualità e, queste profumate Sfogliatelle napoletane vi conquisteranno al primo morso.

    I consigli di Carla

    • Esistono due varianti classiche campane della sfogliatella: la riccia e la frolla. Qui abbiamo proposto la riccia, che nella ricetta originale ha l’involucro formato da una pasta particolare che ha moltissimi strati sfogliati. Dato che ha una preparazione lunga e piuttosto difficile, l’abbiamo efficacemente sostituita con la pasta sfoglia classica; è stato anche usato il burro al posto dello strutto. La sfogliatella frolla, come dice il nome, ha invece un guscio di frolla soffice ed è di forma tondeggiante.

    • Le sfogliatelle sono buonissime appena sfornate (fate attenzione al ripieno, sarà caldissimo!), oppure anche a temperatura ambiente.


    Ricetta di Carla Marchetti
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Le ricette del giorno 27 maggio 2024

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare