Culurgiones ai funghi

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
1 h
Tempi aggiuntivi
12 ore e 30 minuti di riposo
Calorie a porzione
635 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
1 h

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni
Per la pasta





Per la farcia






Per il sugo







Per completare

  1.  Preparate il ripieno. Scaldate l’olio in un pentolino insieme all’aglio schiacciato, a fiamma molto bassa per 3-4 minuti. Spegnete e poi fate riposare per 2 ore.
  2.  Lavate le patate e cuocetele a vapore per circa 30-35 minuti, secondo la grandezza. Quando si bucheranno facilmente con una forchetta, spegnete.
  3.  Scolatele, sbucciatele e schiacciatele e trasferitele in una ciotola.
  4.  Unite il pecorino grattugiato e la menta spezzettata, condite con l’olio aromatizzato (togliete l’aglio) e un pizzico di sale e pepe e amalgamate. Trasferite in frigo per 12 ore.
  5.  Dedicatevi alla pasta. In un recipiente capiente setacciate le farine, poi unite un pizzico di sale, l’acqua e l’olio. Lavorate l’impasto per 5 minuti poi trasferitelo su una spianatoia e continuate a impastare sino ad ottenere una consistenza elastica e senza grumi. Formate una palla, schiacciatela, sigillatela con pellicola alimentare e mettetela in frigo per circa mezzora.
  6.  Trascorso il tempo indicato, tirate una sfoglia sottile con un pezzo della pasta, usando il matterello o la macchina per la pasta (tenete il resto della pasta coperto con la pellicola, così che non si secchi).
  7.  Con un coppapasta del diametro di 7-8 cm ricavate dei dischi.
  8.  Distribuite una noce di ripieno su ogni disco e chiudetelo a spiga. Per questa operazione tenete il disco nella mano sinistra: con il pollice e l’indice della destra chiudete i lembi di pasta e piegateli alternativamente a destra e sinistra fino alla fine, formando così la classica chiusura ‘a spiga’.
  9. Appoggiate i culurgiones preparati su un vassoio, copriteli con un telo e poi procedete allo stesso modo con il resto della pasta, finché avrete finito gli ingredienti.
  10. Preparate il sugo. Pulite bene gli champignon eliminando con un coltello la parte terrosa del gambo, passateli sotto un filo di acqua, asciugateli e poi tagliateli a fettine non troppo sottili.
  11. Tritate finemente aglio e abbondante prezzemolo e fateli soffriggere in una padella antiaderente (tipo saltapasta) con un filo di olio, a fiamma bassa per 1-2 minuti.
  12.  Aggiungete i funghi, alzate la fiamma e fateli insaporire 2-3 minuti, poi sfumate con il vino, unite un pizzico di sale e di pepe e continuate la cottura per altri 6-7 minuti, sempre mescolando. Spegnete e tenete in caldo.
  13.  Lessate i culurgiones in acqua bollente leggermente salata per 5 o 6 minuti circa. 
  14.  Scolate i culurgiones, trasferiteli nella padella con i funghi e con il burro e poca acqua di cottura della pasta (solo se necessario) e fate insaporire per 1 minuto circa a fiamma vivace.
  15. Servite i culurgiones con delcon pecorino grattugiato a fili e decorate con del prezzemolo.

Culurgiones ai FunghiI Culurgiones ai Funghi sono un piatto tipico della cucina sarda, caratterizzati da un ripieno morbido e aromatico avvolto in una sottile sfoglia di pasta fatta in casa. Originariamente preparati durante le festività religiose e le celebrazioni speciali, questi ravioli rappresentano un’eccellenza culinaria della regione. La pasta, lavorata con cura e precisione, racchiude un ripieno delizioso composto da patate, pecorino, menta e olio aromatizzato, il tutto arricchito dal profumo e dal gusto dei funghi champignon. La ricetta, tramandata di generazione in generazione, unisce la tradizione sarda con i sapori della terra e del mare mediterraneo, offrendo un’esperienza gastronomica unica e indimenticabile.

Un’opera d’arte culinaria

I culurgiones sono considerati un’opera d’arte culinaria in Sardegna, tanto che esiste un antico rituale legato alla loro preparazione. Le massaie sarde, dette “sa mercante” (la madre esperta), insegnano alle giovani come plasmare la pasta e chiuderla a spiga, trasmettendo così il patrimonio culinario e culturale della regione. Dal punto di vista nutrizionale, i funghi aggiungono al piatto un tocco di leggerezza, essendo ricchi di proteine, vitamine del gruppo B e antiossidanti. I Culurgiones ai Funghi  sono considerati un’autentica specialità sarda, parte integrante della cultura culinaria dell’isola.sono considerati un’autentica specialità sarda, parte integrante della cultura culinaria dell’isola.

I consigli di Carla

È possibile surgelare i culurgiones già ripieni?

Sì, potete congelare i culurgiones già ripieni e cuocerli direttamente dal freezer senza scongelarli prima.

Quali vini si consigliano per accompagnare i culurgiones ai funghi?

Un vino bianco fresco e aromatico come Vermentino o Vernaccia di Oristano si abbina bene con i sapori dei culurgiones.

Scopri altre deliziose ricette sarde per un viaggio culinario attraverso i sapori autentici dell’isola.

Formaggelle sarde

Zuppa gallurese

Fregola con bottarga

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 25 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare