Formaggelle sarde

Formaggelle sarde
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
30 min
Tempi aggiuntivi
30 minuti di riposo
Calorie a porzione
655 kcal
11
4.7/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni
Per la pasta



Per la farcitura





Per spennellare

• Preparate subito la pasta. Sul piano di lavoro impastate la semola con lo strutto, aggiungendo acqua tiepida leggermente salata, tanta quanta ne serve per avere un impasto liscio e sodo. Ricopritelo con pellicola alimentare e fatelo riposare a temperatura ambiente per una mezzora.

• Dedicatevi alla farcitura. Lavate l’arancia e grattugiatene la scorza, evitando la parte bianca, che è leggermente amara.

• Grattugiate il formaggio fresco direttamente in una ciotola (se fosse morbido tritatelo poco alla volta con un mixer, procedendo a scatti), unite lo zucchero e mescolate bene con un mestolo. Sempre mescolando aggiungete via via le uova, la scorza grattugiata e lo zafferano. Amalgamate bene il composto e mettetelo da parte.

• Spolverizzate il piano con semola e tirate la pasta in una sfoglia sottile usando il mattarello, quindi servendovi di un grosso bicchiere ritagliatevi dei dischi di circa 10 cm di diametro. Ponete al centro di ogni disco una pallina di ripieno, abbastanza grande, rialzate i bordi della sfoglia e fateci sei pizzichi per formare una sorta di canestrino piatto.

• Adagiate le formaggelle su una teglia foderata con carta da forno e cuocete in forno già caldo a 180°C (funzione statica) per 35-40 minuti circa. Quando il ripieno si sarà gonfiato e la superficie sarà dorata sfornatele, fatele intiepidire e servitele. Sono buonissime anche a temperatura ambiente.

Quanti dolci squisiti e sfiziosi, semplici, economici e veloci, si possono preparare con un po’ di fantasia? Le Formaggelle sarde sono uno di questi! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), ed erano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto dei dolci fatti in casa, genuini e ricchi che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! Le Formaggelle sarde sono dolci che non vi stancheranno mai: soffici e golosissime, sono perfette da servire agli ospiti con il caffè o per presentare sulla tavola qualcosa di creativo e appetitoso.. Se siete in cerca di un’idea golosa, le Formaggelle sarde fanno sicuramente per voi!! Qualche consiglio per la riuscita di questa ricetta: accertatevi che l’impasto dei vostri dolcetti sia ben omogeneo prima di infornare e, queste piccole delizie da forno, belle da vedere e buone da mangiare, vi conquisteranno al primo morso! E la festa del gusto abbia inizio!  

I consigli di Rossana

• Potete sostituire lo strutto dell’impasto con la stessa dose di burro, la consistenza e il sapore saranno un po’ diversi, ma comunque ottimi.

• Dopo la cottura, quando sono tiepide, potete spennellarle delicatamente con del miele millefiori appena scaldato.

• Le formaggelle sono delle “pardulas” che hanno il ripieno di formaggio anziché ricotta. Vengono chiamate anche “casadinas”.

Ricetta di Rossana Secchi
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare