Seadas con il miele

Seadas con il miele
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
30 min
Tempi aggiuntivi
30 minuti di riposo
Calorie a porzione
435 kcal
1
5.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 vassoio da 4 porzioni




Per la farcia





Per guarnire

• Preparate l’impasto. Versate la semola in una ciotola capiente e unite lo strutto, poi aggiungete l’acqua calda sufficiente a ottenere un composto liscio, morbido e compatto, dopo che lo avrete impastato. Ricopritelo con pellicola e fatelo riposare mezzora a temperatura ambiente.

• Nel frattempo dedicatevi alla farcitura. Tagliate il formaggio a pezzettini e mettetelo in un tegamino, poi aggiungete l’acqua, la scorza grattugiata del limone e un pizzico di sale.

• Ponete sul fuoco a fiamma molto bassa, mescolando finché il formaggio si sarà sciolto. Unite la semola e continuate a rimestare, finché il liquido sarà stato assorbito.

• Stendete il formaggio fuso su un tagliere con una spatola a qualche mm di spessore. Quando sarà solidificato ritagliate tanti dischetti, usando uno stampino o un coppapasta di circa 8 cm.

• Stendete la pasta di semola a uno spessore di circa 3 mm, appoggiate su metà della sfoglia i dischetti di formaggio preparati, lasciando circa 2-3 cm di spazio tra l’uno e l’altro.

• Ricoprite con l’altra metà della sfoglia, togliete l’aria in eccesso e pigiate con la punta delle dita intorno ai bordi. Ritagliate ogni seada con una rotella o con lo stampino ondulato apposito di 10-11 cm, così da lasciare un bordo di circa 1 cm, e appoggiatele via su un piano infarinato con della semola.

• Fate scaldare l’olio in una padella e friggete una seada per volta, finché sarà dorata. Versate via via l’olio bollente sulla superficie scoperta usando un cucchiaio: in questo modo friggerà anche sulla superficie, non dovrete girarla e resterà gonfia.

• Toglietela usando una schiumarola e appoggiatela su carta assorbente, poi appoggiatela sul piatto e conditela con il miele, che deve essere liquido. Procedete così con tutte le seadas e servitele.

Quanti dolci squisiti, semplici, economici e veloci, si possono preparare con un po’ di fantasia? Le Seadas con il miele sono una delizia della pasticceria sarda! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), e venivano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto di quei dolci genuini, come queste Seadas con il miele, che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! Le Seadas con il miele non vi stancheranno mai: golosissime, sono ottime per la merenda dei bambini che ne vanno ghiotti. Se siete in cerca di un’idea golosa per sorprendere i vostri amici, cimentatevi nella preparazione di queste deliziose Seadas con il miele!

I consigli di Carla

• La pasta che abbiamo proposto segue la ricetta originale sarda che prevede lo strutto (pasta violata o violada), ma se volete potete sostituirlo con la stessa quantità di burro, oppure con olio extravergine di oliva, regolando la quantità di acqua occorrente. Le seadas saranno un po’ meno friabili, ma sempre molto buone!

• Tenete la pasta a riposare a temperatura ambiente, a meno che non sia troppo caldo. In questo caso è preferibile tenerla in frigo per circa 40 minuti, togliendola almeno 10 minuti prima di lavorarla.

• Se non trovate il pecorino sardo primo sale, che è leggermente acidulo, usate un pecorino sardo fresco, le seadas saranno ugualmente ottime. Prima di utilizzarlo ponete un panno umido intorno al formaggio e fatelo riposare un paio di giorni a temperatura ambiente in un colapasta. Ponete poi un pezzettino di formaggio in una ciotola con dell’acqua bollente: se dopo pochi minuti tirandolo “fila”, è pronto.

• Per preparare le singole seadas potete ritagliare dalla sfoglia dei cerchi, usando un coppapasta di circa 10-12 cm. Appoggiate al centro di metà dei cerchi uno dei dischetti di formaggio preparati e coprite con un altro cerchio di pasta. Togliete l’aria, premete con la punta delle dita i bordi e poi tagliate la pasta in eccesso con una rotella o con lo stampino ondulato apposito.

• Se non volete preparare i dischetti di formaggio, esiste un altro sistema più veloce che utilizza il ripieno crudo chiamato “sa mandrona”, ovvero “alla maniera della poltrona”, cioè della massaia pigra! Immergete il pecorino da usare in acqua bollente per 10 minuti circa, a fuoco spento. Scolatelo, fatelo sgocciolare bene e poi tritatelo finemente con un coltello. Unite la scorza del limone grattugiata, mescolate e appoggiate vari cucchiai del composto distanziati sulla pasta. Ricoprite con la sfoglia e procedete poi come indicato nella ricetta.

• Le seadas fresche si mantengono in frigo per 2-3 giorni, in freezer per circa 2 mesi. Si possono friggere ancora congelate, ma per evitare che l’olio schizzi, conviene farle decongelare in frigo per 12 ore, facendo attenzione che non si creino buchi nella pasta.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 26 febbraio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare