Pizza veggie al tofu

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
15 min
Tempi aggiuntivi
3 ore di lievitazione
Calorie a porzione
550 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
15 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 4 porzioni
Per l'impasto




Per la farcitura











  1. Fate sciogliere il lievito in tanta acqua tiepida, pari a circa metà del peso della farina. Setacciate la farina insieme al sale e disponetela a fontana, versatevi al centro il lievito con l’acqua e l’olio. Lavorate la pasta finché sarà morbida ed elastica, formate un panetto e mettetelo in una ciotola capiente. Praticate un taglio a croce sulla superficie, copritelo con la pellicola alimentare e ponetelo a lievitare in luogo tiepido e lontano da correnti d’aria per 3 ore.
  2. Scolate e tagliate a pezzetti i peperoni; tagliate a dadini il tofu e mettetelo a marinare in una ciotola con un po’ di olio, l’aglio schiacciato e un pizzico di sale.
  3. Tritate finemente la cipolla e fatela appassire per 5 minuti in una padella con un filo d’olio. Mondate i funghi, tagliando via le parti terrose del gambo; puliteli con un telo umido e sminuzzateli. Uniteli alla cipolla e cuoceteli per 5 minuti regolando di sale a metà cottura.
  4. Stendete la pasta con il matterello, disponetela in una teglia da forno leggermente infarinata e condite con la passata di pomodoro, i peperoni, i funghi e le olive, quindi cuocete in forno preriscaldato per 7 minuti a 220°C. Sfornate, aggiungete la mozzarella tritata e il tofu e infornate nuovamente per 8 minuti.

Che voglia di Pizza ai funghi, olive e tofu! La pizza, simbolo della tradizione italiana nel mondo, vanta una storia millenaria: nell’antichità focacce, schiacciate, lievitate e non, erano diffuse presso gli Egizi, i Greci e i Romani. Questa preparazione, tipicamente italiana (le prime scritte della parola “pizza” risalgono in Italia al 997), è la più conosciuta e consumata nel mondo, ed essendo una specialità partenopea, è sinonimo nel mondo di vera pizza napoletana. A volte prepararla in casa scoraggia, ma in realtà bastano 30 minuti di lavoro complessivi, e qualche trucco di Spadellandia, per farne una doc, croccante, profumata e sfiziosa, anche se non ne avete mai preparata una in vita vostra. Secondo un recente sondaggio, un italiano su tre prepara la pizza in casa almeno una volta a settimana, segno che questa pietanza da forno economica, genuina e golosa, non passa mai di moda. Del resto, l’impasto casalingo per la pizza, lasciato lievitare a lungo, possiede una leggerezza e una digeribilità impareggiabile, soprattutto se paragonato a quello dei prodotti da asporto. L’impasto per la pizza è una preparazione povera, a base di farina, acqua, lievito, sale e olio con cui si possono realizzare nel forno di casa molte varianti (come questa Pizza ai funghi, olive e tofu), sottili, alte, croccanti, soffici, vegetariane o ricche di ingredienti calorici. Piccola, grande, tonda o rettangolare, bianca o con il pomodoro, con o senza bufala, alta e bassa, lievitata o con farine integrali, è sempre irrinunciabile e genuina, nella sua semplicità. Utilizzando la ricetta della Pizza ai funghi, olive e tofu otterrete una pietanza irresistibile per i vostri amici, da gustare a casa in tutte le stagioni e occasioni, da quelle più rustiche a quelle più raffinate, davanti alla tv, per un brunch, un buffet in piedi, una festa di compleanno o una merenda dei bambini, un picnic. Pronti a imparare dunque: sperimentate la nostra ricetta della Pizza ai funghi, olive e tofu e vi divertirete a servire ai vostri ospiti una pizza fatta a regola d’arte!

I consigli di Lia

● Fate lievitare la pasta per la pizza lontano da correnti d’aria, coperta con un panno. Sopra poneteci a rovescio un contenitore appena intiepidito, grande abbastanza da permettere la lievitazione.

● In alcune pizze, calzoni e schiacciate la farina 0 dell’impasto può essere sostituita tutta o in parte da una farina meno raffinata; in genere il sapore risulta migliore in presenza di ingredienti molto saporiti. Se la preferite con farina integrale, la lievitazione sarà più lunga, per questo è preferibile sostituire solo parte della farina 0, circa metà del peso totale.

● Se volete rendere vegan questa ricetta, potete sostituire la mozzarella con prodotti simili, di origine vegetale, che si trovano in negozi specializzati e spesso anche nei grandi supermercati.

Ricetta di Lia Pisano
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 22 aprile 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare