Tiella barese

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
1 h
Tempi aggiuntivi
1 ora di riposo
Calorie a porzione
540 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
1 h

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 4 porzioni











• Pelate le patate, lavatele, tagliatele a fettine di circa 4-5 mm di spessore e immergetele in acqua fredda per mezzora.

• Nel frattempo pulite le cozze e sciacquatele bene sotto l’acqua corrente.

• Aprite le cozze ponendovi sopra una ciotola, così conserverete l’acqua che ne uscirà. Tenendola tra pollice e indice, pigiate una cozza di lato, così da sfalsarne i due gusci. Inserite un coltellino nella fessura e fatelo girare seguendo il bordo, poi aprite i gusci e staccateli. Gettate via il guscio vuoto e tenete solo quello col mollusco, che pulirete ulteriormente se necessario. Procedete così con tutte le cozze e mettetele da parte. 

• Sbucciate cipolla e aglio, tagliate grossolanamente quest’ultimo e a fettine sottili la cipolla. Lavate i pomodori e riduceteli a pezzetti. Lavate, asciugate e spezzettate il prezzemolo.

• Scolate le patate, asciugatele e poi trasferitele in una ciotola. Unite i pomodori, un pizzico di sale e pepe e mescolate per insaporire le patate.

• Ungete con un filo di olio  il fondo di una teglia, se possibile di terracotta, del diametro di 22 cm. Formate uno strato con le fettine di cipolla, metà dei pomodori, poi comnpletate con l’aglio preparato e del prezzemolo. 

• Con metà dose di fettine di patate formate uno strato, cercando di colmare i vuoti ma senza soprammettere le fette, poi salatele.

• Distribuite sopra le patate i pomodori, l’aglio e il prezzemolo avanzati, e spolverizzate con 1/3 circa del pecorino grattugiato.

• Sistemate sulla superficie le cozze con il mollusco in alto, un po’ distanziate l’una all’altra.

• Coprite tutto con il riso, che dovrete mettere anche nei gusci, formando uno strato non troppo spesso perché in cottura crescerà notevolmente.

• Concludete poi formando uno strato con le patate rimaste.

• Filtrate l’acqua delle cozze e versatela sulla superficie della preparazione in modo omogeneo. Versate lentamente dell’acqua lungo il bordo, sufficiente a coprire del tutto lo strato di cozze.

• Spolverizzate la superficie con il pecorino avanzato, del sale e abbondante pepe macinato, poi condite con l’olio.

• Mettete la teglia in forno statico già caldo a 180°C per circa un’ora.  Se non si fosse formata una crosta dorata in superficie, passate alla funzione grill gli ultimi 5 minuti di cottura.

• Sfornate e aspettate mezzora circa, poi servite la vostra tiella.

La Tiella barese (patate, riso e cozze) è un piatto sfizioso e nutriente, ottimo per chi non è disposto a rinunciare al gusto e a un po’ di condimento in più. Si tratta di un’ottima idea per un piatto unico da gustare in famiglia o con gli amici. Dato che è buonissima e a base di pochi ingredienti genuini, la Tiella barese (patate, riso e cozze) si presta benissimo come pietanza per una cena tra amici, o come piatto unico da servire a un buffet o una festa. La Tiella barese (patate, riso e cozze) è ideale da proporre a tutta la famiglia, dato che è un piatto unico molto nutriente; potrete prepararla in anticipo e conservarla in frigorifero fino al momento di servirla. La Tiella barese (patate, riso e cozze), preparazione molto antica della tradizione pugliese, è il jolly per chi ama una cucina saporita e ricca, per chi ha voglia di assaporare i buoni piatti della cultura gastronomica italiana.

I consigli di Carla

• Potete aggiungere poche rondelle di zucchina (tagliate molto sottili) da mettere sopra il primo strato di patate, così arricchirete il sapore del piatto.

• C’è una variante della tiella che prevede di tenere il riso in acqua fredda per una ventina di minuti e di scolarlo prima di formare lo strato. In questo modo eliminerete una parte dell’amido del riso e dopo la cottura i chicchi resteranno separati; senza la messa a bagno il piatto risulterà più compatto.

• Per aiutare la formazione della crosticina in superficie, mescolate al pecorino avanzato la stessa quantità di pangrattato.

• Se volete controllare la cottura dovrete guardare l’acqua ai bordi, che all’inizio inizierà a bollire: quando la tiella è pronta, non si dovrà più vedere. Assaggiate anche il riso e le patate, che dovranno essere cotte.

• La tiella barese si conserva in frigorifero per circa 2 giorni, sigillando il tegame con un foglio di pellicola trasparente.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 18 aprile 2024

Nessuna ricetta corrisponde ai criteri di ricerca indicati..

Prova a modificare gli ingredienti da te scelti e a fare una nuova ricerca.

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare