Branzino al limone

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
20 min
Calorie a porzione
465 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
20 min

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni











  1. Lavate i branzini, eliminate le interiora, sciacquateli sotto l’acqua corrente e asciugateli delicatamente con carta da cucina.
  2. Lavate le erbe aromatiche, asciugatele e tritatene un po’ più della metà, insieme all’aglio sbucciato e al peperoncino.
  3. Versate il trito preparato in una ciotola, aggiungete la scorza grattugiata di metà dose di limoni (senza la parte bianca, che potrebbe dare un gusto amarognolo), un pizzico di paprika e uno di sale, poi mescolate. Farcite con questo composto il ventre dei branzini.
  4. Versate metà dose di olio nella teglia, adagiatevi i pesci e conditeli con il resto dell’olio e con il vino. Tagliate a rondelle fini i limoni avanzati e distribuitele sopra i branzini. Aggiungete il resto delle erbe aromatiche lasciate intere e spolverizzate con un altro po’ di paprika.
  5. Mettete la teglia in forno preriscaldato a 200°C (funzione statica) per 20-25 minuti, secondo lo spessore dei pesci farciti. Ogni tanto bagnateli con il liquido di cottura, in modo che si insaporiscano e non si secchino. Sfornateli e serviteli subito.

Noi di Spadellandia non vediamo l’ora di smentire il famoso detto che vede il pesce come alimento delicato da cuocere, difficile da comprare, facile da rovinare. E per convincere i più scettici e coloro che si spaventano facilmente di fronte a un menu “tuttopesce”, vi proponiamo questo squisito e profumato Branzino al limone. Sfizioso e buonissimo, il Branzino al limone non può mancare sulla tavola, sia nel menu settimanale, sia in quello delle grandi occasioni. Il Branzino al limone è un piatto che sprigiona tutto il profumo della brezza marina, sicuramente apprezzato anche dai palati più raffinati. Questo secondo di pesce è oltretutto un vero e proprio toccasana se è vero che il suo ingrediente principe è infatti povero di grassi, risulta di facile digeribilità e presenta una gamma di vitamine minerali (fosforo, ferro, iodio) e acidi grassi polinsaturi che non si trovano facilmente negli altri cibi. Infine, per una versione raffinatissima del Branzino al limone, vi consigliamo di condire questo piatto con del sale rosa dell’Himalaya, uno tra i più ricchi di oligoelementi presenti in commercio. Quindi, cosa aspettate? Correte a preparare il Branzino al limone più buono che abbiate mai assaggiato. Buon appetito!

I consigli di Carla

• Invece che acquistare più branzini di piccola taglia, potete optare per un pesce più grande da dividere tra i commensali. Più o meno affidatevi a questo criterio: per 2 persone è sufficiente un pesce da 600 g; per 3 persone da 900 g; per 4 da 1,2 kg.

 • Per essere sicuri di ottenere un pesce al forno cotto al punto giusto, basta fare un rapido calcolo. Misurate lo spessore massimo del vostro pesce e moltiplicate per 4. Il numero che otterrete è all’incirca il tempo, in minuti, che dovrete cuocerlo in forno già caldo a 200°C (funzione statica). Se i pesci da cuocere sono più di uno, fate in modo che abbiano più o meno lo stesso spessore, così che siano pronti tutti nello stesso momento.


Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 19 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare