Strudel di pere, uvetta e cannella

Strudel di pere, uvetta e cannella
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
45 min
Tempi aggiuntivi
1 ora di riposo
Calorie a porzione
385 kcal
4
4.8/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 strudel da 6 porzioni
  • Pasta sfoglia

  • Pasta sfoglia light

  • Per l'impasto





    Per il ripieno







    ● Preparate l’impasto. Levate il burro dal frigo e tagliatelo a pezzetti, così si ammorbidirà più velocemente.

    ● Setacciate la farina, poi unite lo zucchero e un pizzico di sale; aggiungete l’uovo, il burro e unite l’acqua calda necessaria a formare un composto liscio e compatto. Lavorate a lungo, forgiate una palla, oliatela, copritela con una ciotola calda e fate riposare per un’ora all’asciutto. 

    ● Dedicatevi ora al ripieno. Fate rinvenire l’uvetta in acqua tiepida. Nel frattempo lavate le pere, sbucciatele, tagliatele a fettine sottili e trasferitele in una ciotola.

    ● Mescolate lo zucchero e la cannella, spargete il composto sulle pere, quindi aggiungete l’uvetta ben strizzata e la confettura.

    ● Riprendete l’impasto e stendetelo con il matterello su un telo infarinato (oppure su carta da forno), tirando una sfoglia molto sottile. Distribuite i biscotti secchi sbriciolati, poi il ripieno, arrotolate la pasta aiutandovi con il telo e spennellate la superficie con poco burro fuso. 

    ● Adagiate lo strudel su una teglia leggermente infarinata e cuocete in forno già caldo a 180°C (funzione statica) per 45 minuti circa. 

    ● Sfornate e appena lo strudel si è intiepidito, spolverizzatelo con zucchero a velo e servitelo.

    Come resistere al profumo di una bella fetta di strudel caldo golosamente farcito? Che si tratti di una festa di compleanno, di una cena in famiglia o di una ricorrenza speciale, lo Strudel di pere, uvetta e cannella è una di quelle ricette che non passa mai di moda, e non avanza mai! In tutte le sue varianti (dagli strudel a base di pasta frolla a quelli preparati con pasta sfoglia o pasta matta) questa preparazione dolce, delicata e gustosa, rimane una delle più apprezzate e richieste da adulti e bambini. Per non parlare dei grandi chef che ne hanno fatto la base per infinite variazioni sul tema, raffinate e squisite, dolci e salate. La ricetta originale è turca, poi passata dall’Ungheria in Austria, e quindi in Italia, attraverso l’Impero Ottomano e poi quello austroungarico: agli ingredienti del dolce turco (Baclava) fu aggiunto il jolly che poi lo ha reso celebre nel mondo: le mele. Oggi, lo Strudel è sinonimo di dolce altoatesino, diffuso com’è in Trentino Alto Adige e nelle zone alpine della confinante Austria, terre delle mele (la ricetta originale prevede l’uso delle renette) e dei segreti dolciari tramandati di generazione in generazione. E se proprio non riuscite a volare verso Vienna per gustarvi uno Strudel “original” in un caffè… provate la ricetta di Spadellandia, senz’altro più economica e veloce! Magari accompagnate il vostro Strudel di pere, uvetta e cannella con una salsina a base di vaniglia, o una crema inglese calda per un concentrato di frutta, zucchero e tentazione golosa che manderà in vacanza la dieta ma vi metterà un gran buonumore! 

    I consigli di Rossana

    ● Ricordate di lasciare sulla sfoglia dello strudel un bordo libero ai lati di almeno 3 cm quando spalmate il ripieno, in modo che dopo non fuoriesca quando arrotolate il dolce.

    ● Potete accompagnare il vostro strudel con una delicata crema alla vaniglia. Le dosi per accompagnare uno strudel sono queste: 250 ml di latte intero, 125 ml di panna da montare, 2 tuorli, 40 g di zucchero semolato, 1 baccello di vaniglia. Versate in un tegamino il latte e la panna, quindi unite la polpa nera aromatica con i semi di vaniglia (che avrete grattato via con un coltellino dal baccello, tagliato in due in orizzontale). Portate a ebollizione, togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Sbattete in una capiente terrina lo zucchero con i tuorli fino a ottenere un composto chiaro e spumoso; appena il latte con la panna si saranno intiepiditi, filtrateli con un colino fine e uniteli poco alla volta al composto di uova. Amalgamate delicatamente con una frusta a mano e rimettete a fuoco bassissimo mescolando continuamente, fino a che la crema risulterà addensata ma ancora fluida. Togliete dal fuoco prima che bolla e lasciate leggermente intiepidire, mescolando ogni tanto. 

    Ricetta di Rossana Secchi
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Le ricette del giorno 01 marzo 2024

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare