Meringhe alle banane caramellate

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
3 h
Calorie a porzione
340 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
3 h

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni



Per la farcia






  1. Portate il forno a 90°C (potete controllare con un termostato). Ungete la placca e ricopritela con carta da forno, che così non si muoverà.
  2. In una ciotola capiente lavorate gli albumi (a temperatura ambiente) con le fruste elettriche a bassa velocità per qualche minuto. Aumentate la velocità fino a ottenere una neve ferma, aggiungete metà dose di zucchero, il succo di limone (che stabilizzerà il composto) e montate ancora 4-5 minuti.
  3. Unite il resto dello zucchero poco alla volta e continuate a montare. Ci vorranno in tutto circa 15 minuti perché la meringa diventi fermissima e spumosa: quando lascerà dei solchi precisi e non si muoverà scuotendo la ciotola, allora sarà pronta.
  4. Inserite subito il composto in una tasca da pasticcere con bocchetta stellata del diametro di circa 1 cm.
  5. Sulla placca del forno preparata realizzate, ben distanziati tra loro, dei dischetti di composto di 6-7 cm di diametro: partite dall’esterno verso l’interno, procedendo a spirale.
  6. Ripassate con la tasca sopra il bordo esterno dei dischetti e salite seguendo la circonferenza, facendo un paio di giri per ottenere il bordo dei cestini.
  7. Trasferite la placca nel forno caldo per circa 3-4 ore. Se notate che si forma della condensa sul vetro, ogni tanto aprite a spiraglio lo sportello per eliminarla e poi richiudetelo. Controllate il colore delle meringhe, che dovranno restare bianche: se tendono a dorarsi, abbassate appena la temperatura.
  8. Appena le meringhe saranno secche, spegnete il forno, fatele raffreddare tenendo lo sportello socchiuso. Sfornatele e poi toglietele dalla carta, staccandole con molta attenzione.
  9. Mentre le meringhe cuociono, preparate la farcitura. Sbucciate le banane, tagliatele a rondelle di 4-5 mm e mettetele in una ciotola con succo di limone, in modo che non si scuriscano.
  10. Fate sciogliere il burro in una padella larga antiaderente, a fuoco molto basso. Unite lo zucchero che farete sciogliere, senza mescolare e sempre a fiamma bassissima.
  11. Alzate la fiamma e versate il rum, quando sarà evaporato aggiungete le banane. Fatele insaporire per 2 minuti circa a fiamma bassa e giratele con una spatola e con delicatezza, in modo che le rondelle restino intere. Spegnete, appoggiatele su carta da forno una accanto all’altra e fatele raffreddare.
  12. Al momento di preparare i cestini, Montate la panna fredda di frigo, poi inseritela in una tasca da pasticcere con la bocchetta stellata di circa 1 cm e mezzo di diametro.
  13. Formate un fiocco di panna in ogni cestino, così da riempirne la cavità centrale. Distribuitevi sopra le banane caramellate, decorate con foglioline di menta e servite.

I sapori più genuini e tradizionali sono sempre quelli più amati: niente crea un’atmosfera festosa e calda come il profumo inebriante delle Meringhe alle banane caramellate che dalla cucina invade tutta la casa richiamando i bambini e risvegliando gli adulti. Le Meringhe alle banane caramellate, anche se non proprio velocissime da cucinare, sono ottime per la prima colazione (che non si può chiamare tale senza un dolcetto sulla tavola) e perfette per accompagnare il caffè, il tè del pomeriggio e per presentare sulla tavola qualcosa di creativo e appetitoso. Le Meringhe alle banane caramellate regaleranno al vostro buffet un tocco vivace e… friabile! In queste occasioni le potrete preparare insieme ai bambini che saranno felici di improvvisarsi piccoli chef lavorando la pasta insieme a voi e magari decorando a piacere le loro creazioni con ingredienti personalizzati. Qualche consiglio per la riuscita di questa ricetta: nella preparazione delle vostre Meringhe alle banane caramellate gli ingredienti dovranno essere di ottima qualità; se li sceglierete freschissimi, e vi accerterete che l’impasto sia ben omogeneo prima di infornare, queste piccole delizie, belle da vedere e buone da mangiare, vi conquisteranno al primo morso!

I consigli di Carla

• Gli albumi da montare dovranno essere a temperatura ambiente e provenire da uova più fresche possibile. Fate molta attenzione che non ci siano tracce di tuorlo, anche una minima parte di questi non permetterà agli albumi di montare bene. Il recipiente (possibilmente non di plastica) e le fruste dovranno essere ben puliti, senza la minima parte di grasso.

• Per formare bene i vostri cestini segnate con una matita scura, sul foglio di carta da forno che userete, vari cerchi della misura desiderata, distanti tra loro di qualche centimetro. Il foglio poi lo metterete al contrario, in modo che si vedano bene i segni fatti. Avrete così i disegni precisi da seguire con le spirali di meringa.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare