Ciambelle al forno

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
15 min
Tempi aggiuntivi
7 ore di riposo
Calorie a porzione
340 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
15 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 8 porzioni
Per l'aroma



Per il lievitino





Per l'impasto








Per decorare


• Preparate l’aroma. Grattugiate la scorza dell’arancia e del limone in una ciotolina, aggiungete l’estratto di vaniglia, mescolate e fate insaporire per 2 ore almeno.

• Tagliate il burro per l’impasto a pezzetti e fatelo ammorbidire.

• Dedicatevi al lievitino. Spezzettate il lievito nell’acqua e latte tiepidi in una seconda ciotolina e fatelo sciogliere. Aggiungete le due farine e mescolate, otterrete un composto appiccicoso.

• Copritelo con la pellicola e mettete l’impasto a lievitare in un posto tiepido (25-28°C) per circa un’ora, o finché vedrete delle bollicine sulla superficie e sarà tre volte il volume iniziale.

• Procedete ora con l’impasto. Mettete il lievitino nella ciotola della planetaria (con il gancio a spirale), unite le altre due farine mescolate e setacciate, il latte e l’acqua a temperatura ambiente e lo zucchero.

• Mandate l’impastatrice a bassa velocità per qualche minuto, unite l’aroma preparato e poi l’uovo, finché si sarà ben amalgamato al resto.

• Aumentate appena la velocità e aggiungete sale e poi il burro, pochissimo alla volta: aspettate che si stato bene assorbito prima di aggiungerne un altro pezzetto. Fate andare ancora la planetaria, finché l’impasto si sarà attaccato tutto al gancio, risultando ben gonfio e abbastanza unto (cioè sarà ‘incordato’), spegnete.

• Lavorate a mano l’impasto per vari minuti, sbattendolo con forza contro un piano di marmo o di plastica e piegatelo varie volte a libro, per creare meglio la maglia glutinica (che faciliterà la lievitazione). Anche se fosse ancora un po’ appiccicoso va bene, poco alla volta si compatterà: usate una spatola per staccarlo dal piano e ungetevi appena le mani.

• Fatelo lievitare in una ciotola, coperto con pellicola, a una temperatura di 25-28°C finché sarà tre volte il volume iniziale, ci vorranno circa 3 ore.

• Infarinate leggermente il piano e stendete l’impasto con il matterello, così da ottenere uno spessore uniforme di circa 1-1,5 cm.

• Ricavate dei dischi utilizzando un bicchiere, poi con un bicchiere molto più piccolo create un buco al centro di ogni disco.

• Trasferite gli anelli di pasta su una teglia rivestita di carta da forno, distanti tra loro di circa 5 cm e lasciateli lievitare per un’altra ora alla solita temperatura finché saranno raddoppiati, coperti da un telo pulitissimo e lontani da correnti d’aria.

• Mettete in forno statico già caldo a 180°C per circa 15 minuti. Appena le ciambelle saranno belle dorate sfornatele, passatele subito nello zucchero semolato mescolato con un pizzico di cannella, fatele intiepidire e servitele.

Ciambelle al Forno: un classico della pasticceria, amate per la loro croccantezza esterna e la morbidezza interna. Preparate con cura e attenzione, queste delizie culinarie richiedono tempo e dedizione ma premiano con un risultato incredibilmente delizioso. La loro preparazione coinvolge una lievitazione lenta, creando un impasto ricco di aromi e consistenza. Una volta cotte, le ciambelle sono finemente spolverate di zucchero semolato e cannella, aggiungendo un tocco di dolcezza e calore. Perfette per essere gustate in qualsiasi momento della giornata, le ciambelle al forno sono un’autentica delizia da condividere con amici e familiari.

Ciambelle: una storia antica

Le ciambelle hanno una storia ricca e antica che risale a diverse culture culinarie nel corso dei secoli. Le prime tracce di ciambelle risalgono all’antica Grecia e Roma, dove venivano preparate come piccoli dolci a forma di anello, spesso consumati durante le celebrazioni e le feste. Durante il Medioevo, le ciambelle divennero popolari in Europa, soprattutto nei monasteri, dove i monaci le preparavano come parte delle loro ricette tradizionali. Le ciambelle erano considerate un alimento semplice ma nutriente, facilmente conservabile e adatto per essere consumato durante i periodi di digiuno religioso. Con il passare del tempo, si diffusero in tutta Europa, assumendo diverse forme e varianti a seconda delle tradizioni regionali. Durante il Rinascimento, in particolare, la pasticceria divenne sempre più raffinata, e le ciambelle furono preparate con ingredienti più pregiati e ricchi, diventando un dolce popolare nelle corti nobiliari.

I consigli di Carla

Riposo dell’aroma

Se avete tempo, fate riposare l’aroma per 24 ore.

Come conservare l’impasto delle ciambelle al forno?

 Quando l’impasto ha finito la sua lievitazione di 3 ore, potete metterlo in frigo e conservarlo per 2-3 giorni, ben sigillato in un sacchetto (lasciando però uno spazio libero). Se volete congelarlo, vi durerà fino a tre mesi, fatelo poi scongelare in frigo e tenetelo a temperatura ambiente per qualche ora prima di usarlo.

Uso degli avanzi dell’impasto

I tondini ricavati dell’interno delle ciambelle potete cuocerli in forno, ma avranno un tempo di cottura molto più breve. Il resto dell’impasto avanzato rimettetelo insieme, lavoratelo molto velocemente e con delicatezza, lasciatelo riposare a temperatura ambiente per una mezzora e poi procedete come per le altre ciambelle. Per non avere altri scarti, potete anche cambiare le forme, facendo attenzione se ci sono angoli, perché tenderanno a cuocere più velocemente del resto.

Conservazione delle ciambelle cotte

Per conservare le ciambelle già cotte, aspettate che si siano raffreddate e chiudetele in un contenitore ermetico, dureranno fino a una settimana.

Suggerimenti per la decorazione

Se notate che la decorazione non si attacca alla superficie, spennellate le ciambelle con un velo di confettura a vostro piacere (scaldatela prima per renderla più liquida) e poi passatele nello zucchero semolato. Altrimenti utilizzate dello zucchero a velo, setacciandolo direttamente sopra le ciambelle.

Ciambelle per tutti!

Ciambelle all’arancia e cacao

Ciambelle al vino

Ciambelle al sidro di mele

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 18 aprile 2024

Nessuna ricetta corrisponde ai criteri di ricerca indicati..

Prova a modificare gli ingredienti da te scelti e a fare una nuova ricerca.

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare