Bombe fritte

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
10 min
Tempi aggiuntivi
3 ore e 30 minuti di lievitazione
Calorie a porzione
480 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
1 h
Tempo di cottura
10 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni









Per completare

• Tagliate il burro a dadini e mettetelo da parte, lasciandolo a temperatura ambiente.

• Setacciate circa 1/5 della farina in una ciotola.

• Fate intiepidire su fiamma bassa metà del latte insieme allo zucchero, versatelo in una ciotola a parte e fatevi sciogliere il lievito.

• Unite il composto liquido alla farina preparata, mescolando con un mestolo per ottenere una pastella senza grumi. Coprite la ciotola con pellicola alimentare e fate lievitare per circa un’ora, in un ambiente tiepido.

• Setacciate il resto della farina nella ciotola della planetaria e aggiungete la scorza grattugiata del limone e la pastella lievitata.

• Mettete il gancio K (quello a foglia) e mandate la macchina a velocità bassa, per iniziare ad amalgamare gli ingredienti.

• Dopo pochi minuti sciogliete il sale nel latte avanzato, unite l’estratto di vaniglia e versate il liquido nella ciotola. Cambiate il gancio mettendo quello a spirale e continuate a impastare per circa 5 minuti a velocità media.

• Aggiungete metà del burro, aspettate che si sia amalgamato e poi unite il resto. Lasciate in azione la macchina finché il composto si staccherà dalle pareti e si attaccherà al gancio, ci vorranno almeno 10 minuti.

• Rovesciate l’impasto sulla spianatoia e lavoratelo energicamente con le mani per almeno altri 10 minuti, così che risulti morbido ed elastico. Formate una palla e mettetela in una ciotola, coprite con pellicola e fate lievitare in un posto tiepido per circa 2 ore o finché avrà raddoppiato il suo volume.

• Stendete la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata, a uno spessore di 1,2-1,5 cm circa. Con un coppapasta di 8 cm di diametro ricavate dei dischi, appoggiateli su un piano ricoperto con un telo pulito e leggermente infarinato e copriteli con un altro telo. Fateli lievitare per circa mezzora, sempre in un posto adatto.

• Friggete pochi dischi alla volta in abbondante olio di semi caldo a 170°C, girandoli varie volte per farli dorare in modo omogeneo, ci vorrà in tutto circa un minuto. Scolateli con una schiumarola e appoggiateli su carta da cucina per assorbire l’olio in eccesso. Procedete così fino a terminare i dischi.

• Rotolate le bombe ancora calde in abbondante zucchero semolato e fatelo aderire su tutta la superficie, quindi servitele.

Le Bombe Fritte sono un dolce irresistibile della tradizione italiana, amato per la sua consistenza soffice e la golosa farcitura che si sprigiona al primo morso. Questi dolci, noti anche come “bomboloni” o “krapfen” in alcune regioni d’Italia, sono un vero e proprio peccato di gola che conquista grandi e piccini. La loro origine risale a secoli fa, quando la maestria dei pasticceri italiani diede vita a questa delizia da gustare in ogni occasione, dal breakfast all’after dinner. In questa ricetta, esploreremo il processo per preparare in modo artigianale e delizioso le bombe fritte, rendendo ogni boccone un’esperienza indimenticabile di dolcezza e piacere per il palato.

Il Contenuto Calorico delle Bombe Fritte

Le Bombe Fritte rappresentano un piacere goloso della pasticceria italiana, ma è importante considerare il loro contenuto calorico per una scelta consapevole e equilibrata nell’ambito di uno stile di vita sano. Si può sperimentare con varianti più leggere, riducendo lo zucchero nell’impasto o utilizzando farciture più leggere. Ridurre le dimensioni delle bombe e controllare la frittura possono aiutare a limitare l’assunzione calorica complessiva. In conclusione, gustare le bombe fritte in modo consapevole è possibile seguendo suggerimenti pratici per mantenere un bilancio calorico sano. Con moderazione e scelte oculate, è possibile apprezzare questo dolce tradizionale senza compromettere la propria salute.

 

I consigli di Carla

Sperimentate le Farciture

Le bombe sono ottime con diversi ripieni. Quando sono ancora calde le potete farcire a piacere (crema pasticcera, crema alle nocciole, confettura…) usando un sac à poche con la bocchetta piccola e liscia.

Sfoglia che Avanza

Quando tagliate i dischi, cercate di non sprecare troppa sfoglia, perché in questa preparazione è preferibile non rimpastare i ritagli. Potete comunque friggerli a parte, facendo attenzione alle parti più sottili, che si scuriscono molto velocemente.

Conservazione delle Bombe Fritte

Potete conservare le bombe fritte sigillate al massimo per un giorno, anche se è preferibile consumarle subito o al massimo entro qualche ora, così che restino fragranti.

Dolcetti Fritti per Tutti

Bomboloni fritti alla marmellata

Bomboloni alle mele

Krapfen sofficissimi

 

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare