Orata alle mandorle

Orata alle mandorle
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
20 min
Calorie a porzione
600 kcal
6
4.8/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni







Per la farcitura








● Sciacquate delicatamente le orate sotto l’acqua corrente, quindi asciugatele con carta assorbente. Lavate con cura i limoni.

● Preparate subito la farcitura. Tagliate la scorza del limone a filetti e trasferiteli in una ciotola; spremetene il succo e mettetelo da parte: lo userete dopo per la salsa con le mandorle tritate. Aggiungete nella ciotola l’olio, un pizzico di paprika, del dragoncello tritato, l’aglio schiacciato con un pizzico di sale, le mandorle a lamelle, un pizzico di peperoncino e mescolate bene.

● Condite il ventre dei pesci con la farcitura preparata.

● Affettate i limoni a fette sottili e distribuiteli sui fogli di carta da forno che occorrono. Adagiate le orate sul letto di limoni e conditele esternamente con un pizzico di sale. Chiudete i cartocci e infornate in forno già caldo a 200°C (funzione statica) per circa 20 minuti, secondo lo spessore dei pesci.

● Nel frattempo tostate le mandorle tritate in un padellino antiaderente, mettetele in una ciotolina e aggiungete un battuto di prezzemolo e aglio. Unite qualche cucchiaio d’olio e il succo del limone tenuto da parte, regolate di sale ed emulsionate bene gli ingredienti.

● Servite i pesci dopo aver aperto i cartocci e accompagnateli con la salsa alle mandorle.

Noi di Spadellandia non vediamo l’ora di smentire il famoso detto che vede il pesce come alimento delicato da cuocere, difficile da comprare, facile da rovinare. E per convincere i più scettici e coloro che si spaventano facilmente di fronte a un menu tuttopesce, vi proponiamo questo sfizioso, veloce e facile secondo al forno. Sfiziosa e originale, questa ricetta non può mancare sulla tavola, sia nel menu settimanale, sia in quello delle grandi occasioni o delle feste. L’Orata alle mandorle è un piatto che sprigiona tutto il profumo della brezza marina, sicuramente apprezzato anche dai palati più raffinati. Questo secondo di pesce è oltretutto un vero e proprio toccasana se è vero che il suo ingrediente principe è infatti povero di grassi, risulta di facile digeribilità (2, 3 ore per i pesci molto magri) e presenta una gamma di vitamine minerali (fosforo, ferro, iodio) e acidi grassi polinsaturi che non si trovano facilmente negli altri cibi. Spadellandia vi invita a variare il tipo di pesce a seconda dei gusti e, se il tempo è poco, di optare per la qualità surgelata. Infine, per una versione raffinatissima dell’Orata alle mandorle, vi consigliamo di condire questo piatto con del sale rosa dell’Himalaya, uno tra i più ricchi di oligoelementi e meno raffinato in commercio. Correte a infilarvi il grembiule: cuocete la vostra Orata alle mandorle e concedetevi un meritato bicchiere di vino bianco!

I consigli di Lia

● Per essere sicuri di ottenere un pesce al forno cotto al punto giusto, con la carne morbida e succosa, basta poco: una misura e un’operazione aritmetica. Misurate lo spessore massimo del vostro pesce (in centimetri) e moltiplicate per 4. Il numero che otterrete è all’incirca il tempo, in minuti, che dovrete cuocerlo in forno già caldo a 200°C (funzione statica). Se i pesci da cuocere sono più di uno, fate in modo che abbiano più o meno lo stesso spessore, così che siano pronti tutti nello stesso momento. Potete adattare questo semplice sistema a pesci che non superino i 2 kg di peso; è consigliabile tagliare quelli più grandi a tranci di circa 2 cm di spessore e seguire poi il consiglio descritto.

Ricetta di Lia Pisano
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare