Trippa alla madrilena

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
5 h
Calorie a porzione
905 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
5 h

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni


















  1. Pulite bene la trippa e la testina, riducete tutto a pezzetti e sciacquateli.
  2. Trasferite i pezzetti in una pentola ri dicopriteli acqua, fasteli appena bollire e poi scolateli, gettando via l’acqua.
  3. Tagliate a metà il piedino di vitello, lavatelo e trasferitelo nella pentola con la carne appena pfreparata, l’osso di prosciutto, metà dose di cipolle, l’aglio, l’alloro e del prezzemolo. Riempite di acqua e riportate a ebollizione, salate e pepate, abbassate la fiamma e cuocete per 3 ore, schiumando ogni tanto. Aggiungete acqua bollente se necessario. Spegnete, lasciate raffreddare e poi mettete in frigo per circa 24 ore.
  4. Il giorno dopo tritate cipolla e aglio avanzati e fateli soffriggere con l’olio in una padella per circa 7-8 minuti. Aggiungete il chorizo a pezzetti e il lardo a dadini, condite con la paprika e mescolate, mantenendo sul fuoco per 3-4 minuti; alla fine unite i sanguinacci e i peperoncini, facendo insaporire per qualche secondo.
  5. Disossate il piedino, riducetelo a pezzi e rimettetelo nella pentola con la trippa e la testina. Riportate a ebollizione a fiamma media. Unite il contenuto della padella e lasciate cuocere per un’ora circa, facendo attenzione che non si asciughi troppo.
  6. Nel frattempo riducete i peperoni a pezzetti. Aggiungeteli alla carne e cuocete ancora per circa 25-30 minuti regolando di sale. Servitela calda o a temperatura ambiente.

Un tempo i secondi di carne erano considerati una rarità sulla tavola di tutti i giorni, dove prevalevano piatti unici poveri come le zuppe di legumi, ma oggi che la carne viene gustata più spesso, si ha bisogno di idee creative per variare il repertorio di secondi a base di questo alimento. Facile e gustosa, la Trippa alla madrilena  è un vero e proprio jolly della buona cucina toscana. A base di frattaglie, la Trippa alla madrilena è piuttosto veloce, in poco tempo realizzerete un secondo piatto di carne da veri intenditori, senza un eccessivo investimento di energie, inoltre con pochi e semplici ingredienti otterrete un piatto delizioso. Quando si ha voglia di un piatto saporito e diverso dal solito o si ha bisogno di una ricetta per reinventare il solito taglio di carne, che sia nutriente ma al contempo stuzzichi il palato. Semplice ma delicata, adatta a tutta la famiglia ma anche raffinata all’occorrenza, la Trippa alla madrilena  verrà apprezzata da tutti gli amanti della tradizione rustica italiana, rivisitata con un piglio di originalità. Ultima dritta di Spadellandia: se vi è possibile, acquistate carne che provenga da animali alimentati con mangimi vegetali e biologici.

I consigli di Carla

• Per pulire la trippa e la testina usate una spazzolina, raschiate bene con aceto e sale.

• Alcune versioni della trippa alla madrilena non prevedono i peperoni, in altre si aggiungono dei ceci cotti mezzora prima della fine della cottura.


Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 21 luglio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare