Castagnole al cioccolato

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
10 min
Calorie a porzione
425 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
10 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 4 porzioni










  1. Tagliate il burro a dadini, così si ammorbidirà più velocemente.
  2. Setacciate la farina in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero semolato, un pizzico di sale e mischiate con un cucchiaio. Disponeteli a fontana e versate all’interno le uova, il liquore, il burro morbido e il lievito setacciato. Infine aggiungete le gocce di cioccolato.
  3. Iniziate a mescolare gli ingredienti con la punta delle dita fino a ottenere un impasto omogeneo; se risultasse troppo appiccicoso unite poca farina, ma non eccedete, il composto alla fine dovrà risultare morbido.
  4. Formate un panetto e appoggiatelo in una ciotola, copritelo con la pellicola alimentare, poi fatelo riposare in un luogo tiepido per circa mezzora.
  5. Staccate dall’impasto dei pezzetti e modellate delle palline di circa 3 cm di diametro che appoggerete via via su un vassoio.
  6. Versate abbondante olio di semi in una padella a bordi abbastanza alti e fatelo scaldare senza farlo fumare. Friggete poche castagnole alla volta, finché si saranno ben gonfiate. Giratele perché si coloriscano da tutte le parti, scolatele e appoggiatele su carta assorbente. Proseguite finché avrete utilizzato tutto l’impasto.

Castagnole al cioccolato: ecco a voi un’autentica delizia per il palato, simboli indiscussi del Carnevale ma ideali per chiunque desideri concedersi un momento di dolcezza. Queste piccole palline di pasta fritta al cioccolato fondente, sono irresistibili e perfette per soddisfare la voglia di dolce in ogni occasione. Scopriamo insieme come prepararle e lasciati conquistare dalla loro irresistibile bontà!

Storia delle Castagnole: un viaggio nel tempo

Le Castagnole hanno radici profonde nella storia culinaria italiana, pensate che risalgono addirittura al Settecento, come testimonia un antico manoscritto rinvenuto nell’archivio di stato di Viterbo. In questo prezioso documento, sono descritte ben quattro ricette di castagnole, di cui una prevede addirittura la cottura al forno, dimostrando che questa pratica non è stata adottata recentemente per rendere il dolce più leggero, come comunemente si pensa. Le Castagnole sono un dolce così versatile che le loro varianti sono praticamente infinite. Oltre alla classica versione senza ripieno, ne esistono molte altre, come queste Castagnole al Cioccolato, ognuna con il suo carattere unico.

I consigli di Carla

Dimensione delle Castagnole al Cioccolato

Mantenete le dimensioni delle palline di pasta uniformi per garantire una cottura uniforme. Se le Castagnole sono troppo grandi, potrebbero non cuocere bene all’interno; se sono troppo piccole, potrebbero bruciarsi rapidamente.

Creatività negli ingredienti

Non abbiate paura di sperimentare con gli ingredienti. Potete arricchire l’impasto con vaniglia, scorza d’arancia o limone grattugiata, o addirittura con una spruzzata di liquore per un tocco extra di sapore.

Conservazione delle Castagnole al Cioccolato

Le Castagnole sono migliori consumate fresche, quindi si consiglia di gustarle al momento della preparazione o al massimo entro la giornata. Tuttavia, se desiderate conservare l’impasto, potete trasfrirlo in frigorifero, coperto con pellicola trasparente, per un massimo di 1 giorno.

Dolci Carnevaleschi che fanno subito festa

Chiacchiere di Carnevale

Frittelle di riso alla vaniglia

Arancini di Carnevale

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare