Groviera (gruyere)

Difficoltà
Costo
Calorie a porzione
5 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni


• Caratteristiche e proprietà Il groviera o gruviera è un formaggio svizzero che prende il nome dal Distretto della Gruyère, del Canton Friburgo, dove viene prodotto. In Italia il termine groviera viene spesso impropriamente usato per indicare il formaggio Emmental.

La forma è tondeggiante, la crosta granulosa e giallo-brunastra; la pasta è morbida, avorio o gialla, con o senza occhiature. Come l’emmental anche il groviera presenta i famosi buchi, ma sono finissimi e ce ne sono di meno. Inoltre la pasta è più morbida e l’aroma più deciso.

Contiene 389 calorie ogni 100 g, buone quantità di sodio, potassio, fosforo, calcio e vitamine B1, B2, PP, A e il 30% di grassi. Le sue proteine di altissima qualità e il sensibile apporto di calcio lo rendono un alimento prezioso per l’organismo, più di altri formaggi. Sarebbe addirittura la presenza di sostanze probiotiche a farlo associare, secondo moderne ricerche, a una maggiore longevità. Come molti formaggi stagionati, presenta del sodio e quindi chi soffre di ipertensione non ne dovrà abusare.

  1.  Usi in cucina  Dalle fondute alle gratinature (ottima la zuppa di cipolle francese, in tal senso), dai primi piatti alle torte salate, ai ripieni di pasta fresca, ai panzerotti… gli usi in cucina sono davvero innumerevoli. Laddove si cerca un sapore deciso e una pasta filante… ecco che compare il groviera.

Soufflé di carote e groviera

Crocchette di patate e cavolfiore al groviera

Quiche lorraine

Il Groviera (gruyere) è un formaggio vaccino davvero gustosissimo, perfetto per impreziosire molte ricette salate, secondi piatti ma anche insalate e panini golosi. Il Groviera (gruyere) viene spesso confuso con l’Emmentaler, ma ha buchi più piccoli e in minore quantità, inoltre il Groviera (gruyere) ha una consistenza più morbida e un aroma più intenso.

I consigli di Valentina

• Se si decide di acquistare il groviera occorre guardare bene la crosta che deve essere contrassegnata dal marchio “Le Gruyère Switzerland”.

Ricetta di Valentina Mosco
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 21 aprile 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare