Spatzle ai finferli

Spatzle ai finferli
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
25 min
Tempi aggiuntivi
15 minuti di riposo
Calorie a porzione
655 kcal
0
0.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni





Per il condimento









• Dedicatevi all’impasto. Sbattete leggermente le uova e unite un pizzico abbondante di sale, una grattugiata di noce moscata, quasi tutto il latte e frullate con il mixer a immersione. Aggiungete la farina, poco alla volta, e mescolate bene con la frusta a mano: il composto dovrà risultare cremoso, se necessario unite ancora un po’ di latte, poi trasferitelo in frigo per 15 minuti circa.

• Nel frattempo preparate il condimento. Pulite i funghi con attenzione, togliendo eventuali residui di terra, strofinateli delicatamente con un telo umido e poi asciugateli. Solo se fossero molto sporchi passateli sotto un filo di acqua, ma non metteteli mai in ammollo.

• Sbollentate poi i funghi in acqua bollente per pochi minuti e scolateli. Tagliate a pezzi quelli più grossi e metteteli tutti da parte.

• Sbucciate cipolla e aglio, tritateli e fateli appassire con l’olio in una padella capiente tipo saltapasta, per 4-5 minuti a fuoco basso.

• Alzate la fiamma, versate il vino e fatelo sfumare. Aggiungete i funghi, salateli e cuoceteli per circa 15 minuti, a fuoco medio. A metà cottura aggiungete del prezzemolo tritato e ogni tanto, quando necessario, unite poca acqua calda.

• In un pentolino versate la panna, portatela a leggero bollore su fuoco bassissimo, poi unite l’Asiago tagliato a pezzetti; salate appena, mescolate sempre, spegnete appena il formaggio si sarà sciolto e mettete da parte, in caldo.

• Intanto, in una pentola larga, portate a ebollizione abbondante acqua e salatela. Se avete l’attrezzo apposito, appoggiatelo sulla pentola, trasferitevi l’impasto preparato, poi fate cadere gli spatzle nell’acqua. Se invece non lo possedete, adoperate uno schiacciapatate e versatevi poco composto alla volta.

• Via via che salgono a galla, prelevate gli spatzle con un mestolo forato e versateli in una ciotola con acqua fredda. Appena sono tutti cotti, scolateli e fateli insaporire nella padella con i funghi, che avrete rimesso sul fuoco.

• Aggiungete il composto di Asiago e panna e mandate ancora per qualche secondo a fiamma abbastanza vivace, finché tutto si sarà ben amalgamato. Spolverate di pepe appena macinato e servite immediatamente.

Voglia di qualcosa di diverso? Un primo piatto originale, gustoso e senza troppe calorie? Gli Spatzle ai finferli sono quello che fa per voi. Buoni, facilissimi da preparare e a base di pochi ingredienti genuini e leggeri, questi gnocchetti di origine tedesca (e qui in Italia molto diffusi in Alto Adige e in Trentino), a base di farina di grano tenero, uova e acqua, sono un primo piatto con poche calorie ma davvero gustoso. La semplicità degli Spatzle ai finferli, unita al profumo, alla genuinità e alla bontà del condimento proposto, faranno felice tutta la famiglia, anche se si tratta di una pietanza che si presta a essere servita anche nelle occasioni speciali. Gli Spatzle ai finferli sono tra l’altro davvero facili da preparare e quindi alla portata di tutti. Inoltre gli Spatzle ai finferli sono una ricetta nutriente, sana e veloce. Quindi, cosa aspettate? Seguite i consigli di Spadellandia per la realizzazione degli Spatzle ai finferli passo passo, e procuratevi degli ingredienti di prima qualità: il successo di questo piatto tradizionale è garantito! 

I consigli di Carla

Se volete realizzare gli spatzle con l’attrezzo apposito, dovete procurarvi uno “Spätzlehobel”: una sorta di grattugia sulla quale viene fatto scorrere un recipiente contenente l’impasto.

• Per essere sicuri che l’impasto abbia la giusta consistenza, controllate che si formino delle bollicine di aria: a questo punto è pronto, e potete metterlo in frigo.

• Se volete ottenere degli spatzle piccoli e corti, dovete muovere un po’ più velocemente l’attrezzo apposito, se li preferite più lunghi, basta muoverlo più lentamente. Se invece usate lo schiacciapatate, diminuite o aumentate la quantità dell’impasto che vi versate via via.

• Quando acquistate i funghi freschi, fate molta attenzione che non abbiano tracce, anche minime, di muffa: è segno che non sono freschi o che non sono stati ben conservati.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 23 febbraio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare