Crostata di crema cotta e mandorle

Crostata di crema cotta e mandorle
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
40 min
Tempi aggiuntivi
2 ore di riposo
Calorie a porzione
440 kcal
3
4.7/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 crostata da 8 porzioni
  • Pasta sfoglia

  • Pasta sfoglia light

  • Pasta brisée


  • Per la crema








    Per la decorazione



    • Preparate la crema. Montate con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale, finché saranno ben spumosi e chiari.

    • Unite l’amido di mais e di riso setacciati, poco alla volta, continuando a mescolare per ottenere un composto liscio e cremoso. Versate a filo il latte e la panna freddi e mischiate sempre, per evitare che si formino grumi. Infine aggiungete la scorza grattugiata di limone.

    • Mettete il composto sul fuoco e cuocete a fiamma molto bassa, mescolando con un cucchiaio di legno fino a che la crema si sarà addensata.

    • Versate la crema in un recipiente largo e freddo, mescolate perché si intiepidisca un po’, appoggiate della pellicola alimentare direttamente sulla superficie della preparazione e trasferitela in frigo.

    • Srotolate la pasta sfoglia e rivestitevi, insieme alla sua carta, uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro; tagliate la parte che eventualmente avanza.

    • Versate la crema sulla base di sfoglia e livellatela con una spatola liscia.

    • A questo punto trasferite la torta in forno già caldo a 200°C (funzione statica) per 25-30 minuti. 

    • A cottura ultimata, sfornate la crostata e lasciatela intiepidire. Sganciate la parete laterale e toglietela con precauzione, poi fate scivolare la crostata e appoggiatela sul vassoio; usando una spatola piatta staccate dal fondo la carta e sfilatela delicatamente.

    • Tritate molto grossolanamente circa 2/3 delle mandorle. Guarnite la superficie della crostata con le mandorle preparate e distribuitevi anche quelle lasciate intere e i semi di girasole, poi spolverizzate con lo zucchero a velo setacciato. Aspettate almeno 2 ore prima di servire la vostra crostata.

    Oggi, che la voglia di tradizione e genuinità è sempre più diffusa, le crostate sono uno dei dolci da forno più richiesti e apprezzati da grandi e bambini, oltre a essere un dolce classico dal sapore ineguagliabile! La Crostata di crema cotta e mandorle, accompagnata da un bicchierone di latte, da una spremuta di arancia o da un bel caffè di orzo bollente, è una vera e propria delizia. Ma potete gustare la vostra sfiziosa Crostata di crema cotta e mandorle come fine pasto da condividere in famiglia, oppure servirla per una festa di compleanno, per una merenda dei bambini o per un’occasione speciale. Questa Crostata di crema cotta e mandorle, che ricorda i sapori di una volta, i diari di ricette della nonna e le loro cucine, profumate e accoglienti, è un dessert dolce classico ma intramontabile, ideale quando si ha voglia di coccolarsi un po’ e la voglia di buono ha il sopravvento. Inoltre, essendo un dolce facilissimo, può salvare nelle emergenze, dato che con un impasto già pronto il dolce è già quasi fatto! Il risultato è comunque assicurato: una Crostata di crema cotta e mandorle deliziosa e soffice, un vero inno alla dolcezza.

    I consigli di Carla

    ● Se volete preparare la pasta da soli, optate per la brisée (la pasta sfoglia preparata a mano ve la sconsigliamo in quanto è molto difficile da stendere).

    Ricetta di Carla Marchetti
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare