Crostata al limone

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
35 min
Calorie a porzione
420 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
35 min

Ingredienti

Dosi per

1 porzione
  • Pasta frolla

  • Pasta frolla light


  • Per la farcitura





    Per la crema







    1. Preparate la farcitura. Ponete la ricotta in un setaccio a maglie fitte, appoggiato sopra una ciotola, sigillatelo con la pellicola alimentare e trasferitelo in frigo per un’ora, in modo che perda il liquido in eccesso.
    2. Nel frattempo mescolate bene in una ciotola l’amido di mais e il limoncello, poi unite l’uovo leggermente sbattuto, lo zucchero a velo e la ricotta, già scolata, setacciata. Lavorate con una frusta a mano, fino a ottenere un composto morbido e liscio.
    3. Stendete la frolla, dopo averla infarinata, in forma rotonda a uno spessore di 4-5 mm. Avvolgetela sul mattarello senza stringerla e srotolatela in uno stampo per crostate di 24 cm di diametro, con il fondo rivestito di carta da forno e le pareti imburrate e infarinate, facendola aderire bene.
    4. Bucherellate il fondo della frolla con una forchetta e poi versate il composto di ricotta preparato.
    5. Cuocete la crostata in forno già caldo a 180°C (funzione statica) per circa 35-40 minuti, poi sfornatela e fatela raffreddare.
    6. Dedicatevi alla crema di limone. Grattugiate la scorza di un limone e mettetela in un pentolino medio; aggiungete l’acqua, il succo filtrato degli agrumi e fate scaldare a fiamma bassa, fin quasi a ebollizione.
    7. Intanto in una ciotola mescolate l’uovo, lo zucchero, un pizzico di sale e l’amido di mais con una frusta a mano. Unite a filo il liquido che avete scaldato, sempre mischiando con la frusta, e rimettete il composto sul fuoco.
    8. Fate addensare la crema su fuoco molto basso, sempre mescolando, appena pronta spegnete, unite il burro e lasciatelo sciogliere. Versatela in una ciotola e copritela con la pellicola alimentare, fatela intiepidire e poi mettetela in frigo.
    9. Trasferite la crostata sul piatto da portata, staccate delicatamente la carta e sfilatela con attenzione.
    10. Frullate la crema di limone con un mixer a immersione, versatela nella crostata e livellatela.
    11. Conservate la crostata in frigo per almeno 4 ore, poi decoratela a piacere con delle fettine di limone e servitela.

    Oggi, che la voglia di tradizione e genuinità è sempre più diffusa, le crostate sono uno dei dolci da forno più richiesti e apprezzati da grandi e bambini, oltre a essere dolci semplici dal sapore ineguagliabile! Preparate rigorosamente con ingredienti naturali e una base di pasta frolla, le crostate, in tutte le loro varianti, sono perfette per trasformare la colazione in un dolce risveglio. Del resto, una colazione non è una colazione se non c’è un dolce goloso, come questa Crostata al limone, rigorosamente fatto in casa che ci aspetta sulla tavola. La Crostata al limone, accompagnata da un bicchierone di latte, da una spremuta di arancia o da un bel caffè di orzo bollente, è una vera e propria delizia. Ma potete gustare la vostra sfiziosa Crostata al limone come fine pasto da condividere in famiglia, oppure servirla per una festa di compleanno, per una merenda o per un’occasione speciale. Questa Crostata al limone, che ricorda i sapori di una volta, i diari di ricette della nonna e le loro cucine, profumate e accoglienti, è un dessert classico ma intramontabile, ideale quando si ha voglia di coccolarsi un po’ e la voglia di dolce ha il sopravvento. Inoltre, essendo un dessert facilissimo, la Crostata al limone può salvare nelle emergenze, dato che con una frolla già pronta la crostata è già quasi pronta! Il risultato è comunque assicurato: una Crostata al limone deliziosa e soffice, un vero inno alla dolcezza! 

    I consigli di Carla

    • Questa crostata è buonissima anche appena raffreddata, ha un gusto aspro molto gradevole ma piuttosto forte. Se volete potete smorzare il sapore del limone utilizzando una dose ridotta di succo di limone e sostituirlo con altrettanta acqua. Ottima anche dopo 2 o 3 giorni: i sapori si fonderanno perfettamente. Va conservata in frigorifero.

    Ricetta di Carla Marchetti
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare