Crespelle calabresi con le acciughe

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
25 min
Tempo di cottura
15 min
Tempi aggiuntivi
2 ore di lievitazione
Calorie a porzione
385 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
25 min
Tempo di cottura
15 min

Ingredienti

Dosi per

1 Crespelle da 4 porzioni






  1. In un bicchiere sbriciolate il lievito in circa 1/3 dell’acqua appena tiepida e fatelo sciogliere mescolando.
  2. Setacciate la farina, disponetela a fontana e mettete un pizzico di sale all’esterno. Versate al centro il lievito sciolto, mescolate con la punta delle dita, poi continuate a impastare, unendo poco alla volta l’acqua tiepida avanzata e incorporando anche il resto della farina. L’impasto rimarrà appiccicoso: staccatelo dal piano di lavoro con una spatola unta e lavoratelo poi a lungo con le mani.
  3. Trasferite l’impasto in una ciotola capiente oliata, copritela con la pellicola e fatelo lievitare in un posto tiepido per almeno 2 ore, finché sarà raddoppiato di volume.
  4. Scolate le acciughe dall’olio e tamponatele con carta da cucina.
  5. Scaldate abbondante olio di semi in una padella con i bordi alti, fino alla temperatura di circa 160°C.
  6. Con le mani unte di olio prelevate un pezzettino di impasto e attorcigliatelo intorno a un filetto di acciuga in modo che questo ne rimanga inglobato. Fate la stessa cosa per realizzare tutte le crespelle.
  7. Friggete ora le crespelle nell’olio caldo un po’ alla volta e, quando saranno dorate, prelevatele con una schiumarola e appoggiatele su carta assorbente. Servitele subito.

Un peccato di gola a settimana leva il medico di torno perché fa tornare il sorriso e mette in circolo un po’ di serotonina! Con la ricetta delle Crespelle calabresi con le acciughe, Spadellandia vi propone una ricetta irresistibile che farà felice tutta la famiglia. Le Crespelle calabresi con le acciughe sono sfiziose e golosissime. Facili da preparare,le Crespelle calabresi con le acciughe possono essere servite come antipasto o secondo strepitoso. Le Crespelle calabresi con le acciughe sono un must dei finger food, i saporiti assaggini da presentare in un buffet in piedi, o da spiluccare tutti insieme con un buon bicchiere di vino bianco. Il fritto è irresistibile solo se è croccante: ricordatevi dunque che per ottenere delle Crespelle calabresi con le acciughe a dovere, l’alimento deve galleggiare nel grasso di cottura e rivoltarsi senza toccare il fondo, senza caricare la padella di troppi cibi per evitare l’abbassamento della temperatura. Quindi, dovranno essere salati all’ultimo istante, serviti caldi e mai coperti con piatti che favorirebbero il formarsi di umidità, nemico giurato di un fritto cotto a dovere. Per sapere se l’olio è abbastanza caldo, provate questo trucchetto di Spadellandia: adagiate in padella un pezzo di verdura, se viene a galla sfrigolando vivacemente è il momento giusto per mettere in campo le Crespelle calabresi con le acciughe. Insomma, le Crespelle calabresi con le acciughe sono irresistibili… Chi si tira indietro?

I consigli di Carla

• Se avete l’impastatrice il procedimento sarà molto più semplice e veloce. Usate il gancio a spirale, quello adatto agli impasti tipo pane e pizza. Setacciate la farina nella ciotola, aggiungete il lievito sciolto e azionate l’impastatrice per qualche secondo, a bassa velocità. Versate poco alla volta l’acqua e poi il sale, sempre con l’apparecchio in funzione. Aumentate la velocità in modo graduale e fate lavorare l’impasto, finché si attaccherà tutto al gancio (si sarà così ‘incordato’). Come nella lavorazione a mano, l’impasto sarà molto morbido e abbastanza appiccicoso; toglietelo dalla ciotola aiutandovi con una spatola unta d’olio lavoratelo ancora qualche minuto con le mani e poi proseguite come indicato nella ricetta.

• Se l’impasto risultasse un po’ troppo liquido (dipende dalla qualità della farina, dalla stagione o dal tipo di lavorazione), per forgiare le frittelle usate due cucchiai: con uno prelevate l’impasto e appoggiatevi un filetto di acciuga, con l’altro cucchiaio staccate l’impasto e fatelo cadere da poca altezza nell’olio caldo, così da non schizzare e non scottarvi.

• Se non avete un termometro da cucina, immergete uno stecchino di legno nell’olio: se si formano subito delle bollicine, la temperatura sarà corretta.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 20 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare