Conserva di funghi porcini sottolio

Conserva di funghi porcini sottolio
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
5 min
Tempi aggiuntivi
12 ore di asciugatura
Calorie a porzione
1985 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
5 min

Ingredienti

Dosi per

1 Barattolo da 6 porzioni








• Mondate i funghi accuratamente: togliete l’estremità del gambo e passateli con un panno umido (o un pennellino) rimuovendo eventuali residui di terra. 

Dopo un paio di minuti dal bollore salate e immergete i porcini nell’aceto bollente. Spegnete dopo 5 minuti (dovranno rimanere sodi)Scolate i funghi e adagiateli fra due canovacci per farli asciugare perfettamente (12 ore).

• Una volta asciutti, adagiateli nei vasi ben sterilizzati profumando con chiodi di garofano, grani di pepe, un pezzetto di noce moscata e foglie di alloro, poi schiacciateli delicatamente e adagiate in superficie la griglietta fermaverdure. Riempite di olio il barattolo facendo attenzione a lasciare 1 cm dal bordo (i porcini dovranno essere ben coperti d’olio).

• Dopo qualche giorno controllate se va effettuato il rabbocco di olio. Chiudete e lasciate riposare in un luogo buio, fresco e asciutto (non in frigo!). Si consiglia di aspettare 1-2 mesi prima del consumo.

Conserva di funghi porcini sottolio: un modo per avere sempre questi esemplari preziosi in dispensa, e consumarli per piatti speciali!

I consigli di Valentina

• Scegliete porcini piccoli!

• Perfetti anche con prezzemolo e spicchi di aglio!

• Per una buona conservazione i porcini dovrano essere sanissimi e ben sodi, e l’olio di ottima qualità.

• Per procedere alla pastorizzazione della vostra conserva, avvolgete completamente i vasetti con dei canovacci in modo che non si tocchino e deponeteli, con il tappo rivolto verso l’alto, in una pentola alta. Ricopriteli di acqua fredda fino a due dita sopra i tappi e fate bollire a fiamma media costante per 20 minuti. Spegnete la fiamma e lasciate i barattoli immersi nell’acqua fin quando quest’ultima non si sarà completamente raffreddata. Estraete i vasetti e verificate che il sottovuoto si sia formato: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico “click-clack”, il sottovuoto sarà avvenuto. 

Ricetta di Valentina Mosco
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare