Sformatini porri e zafferano

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
50 min
Calorie a porzione
395 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
50 min

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni








  1. Mondate i porri, lavateli e riduceteli a fettine, quindi versateli in una pentola con una noce di burro fuso e lasciateli appassire a fuoco medio per 5 minuti; salate, pepate, bagnate con un po’ di acqua calda e proseguite la cottura per altri 15 minuti con il coperchio.
  2. In una terrina sbattete leggermente le uova, unite una presa di sale, la panna, il parmigiano e lo zafferano, quindi unite i porri.
  3. Imburrate le cocottine, distribuitevi il composto di uova e porri. Sistemate le cocottine in una teglia con i bordi alti, riempita di acqua calda fino a metà altezza delle cocotte, mettete in forno preriscaldato a 180ºC e lasciate cuocere a bagnomaria per 30 minuti circa.

Si fa presto a dire: preparo due uova. E’ renderle gustose che richiede un minimo di fantasia! Ecco qualche spunto per dare vita all’ingrediente più salvavita che esista, onnipresente nei nostri frigoriferi anche quando sono vuoti. Nella tradizione gastronomica italiana, le uova occupano da sempre un posto di assoluto primo piano: entrano, infatti, come ingrediente principale di tantissime preparazioni ma sono ottime anche nella versione “single”, senza verdure, carne o pasta a far loro compagnia. Sono un cibo della tradizione contadina e povera perché economiche ed estremamente nutrienti: se assunte nelle giuste dosi, aiutano (strano a dirsi!) la funzionalità del fegato. Attraverso la colina, aminoacido utile per il funzionamento sistema epatico di cui sono ricche, le uova stimolano la secrezione della bile e, legandosi ai fosfolipidi, aiutano a prevenire l’ossidazione e l’accumulo dei grassi nel fegato. Quindi, bando ai sensi di colpa che ci portano a credere che siano alimenti estremamente pesanti, prendiamo l’abitudine di cucinarle più spesso anche perché contribuiscono a regolare il metabolismo e garantiscono la tonicità dei tessuti. Le Sformatini raffinate porri e zafferano sono un secondo piatto per il menu di tutti i giorni, che si può armonizzare perfettamente con una portata di carboidrati (ad esempio fette dorate di pancarrè o riso basmati aromatizzato) per diventare un piatto unico completo, ricco e gustoso. Facili e veloci da preparare, le Sformatini raffinate porri e zafferano possono diventare un appetitoso stuzzichino o antipasto, un’idea in più per un brunch domenicale, un buffet e anche un’ottima entrée per una cenetta romantica e afrodisiaca (San Valentino). Quando si hanno dieci minuti, il tempo incalza, i bimbi strillano, i mariti brontolano, o gli amici bussano al campanello senza preavviso, le Sformatini raffinate porri e zafferano salvano la serata in corner. E sono così semplici e golose che chiederanno tutti il bis!

Ricetta di Margherita Pini
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 21 aprile 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare