Sformatini di nasello e carciofi senza glutine

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
40 min
Calorie a porzione
520 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
40 min

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni











Per la besciamella senza glutine





Per la salsa






  1. Tostate le due farine di mais in una pentola antiaderente a fuoco vivace; giratele spesso con un mestolo piatto perché non brucino. Quando avranno assunto un bel colore dorato e un aroma gradevole, spegnete e fate raffreddare sulla placca del forno, ricoperta di alluminio o di carta da forno.
  2. Mondate i carciofi, tagliate via le punte dure e affettateli, immergendoli via via in una ciotola con acqua e succo di limone. Scolateli e fateli trifolare con l’aglio e un filo d’olio a fiamma bassa, unendo via via poca acqua bollente, per 8-10 minuti; poi frullateli, lasciando intere alcune fettine.
  3. Tagliate il pesce a dadini e fatelo dorare in una padella con un filo d’olio per 1 minuto a fiamma vivace; salate, pepate e portate a cottura per 2-3 minuti, con fiamma media e girandoli perché non si abbrustoliscano eccessivamente. Unite i carciofi frullati e quelli lasciati interi, fate insaporire qualche secondo, spolverate con erba cipollina tritata e lasciate raffreddare.
  4. Preparate la besciamella senza glutine. Mettete l’amido di mais in un pentolino, versate il latte freddo a filo, mischiando bene con un mestolo per non formare grumi. Aggiungete l’olio, ponete il pentolino sul fuoco basso e fate addensare la salsa, mescolando sempre. Poco prima di spegnere, salate e aggiungete la noce moscata.
  5. In una terrina lavorate i tuorli con la besciamella preparata e il parmigiano, poi unite il composto di nasello e carciofi, e aggiustate di sale e pepe.
  6. Aggiungete gli albumi montati a neve ferma con le fruste elettriche, mescolando con attenzione dal basso in alto, in modo da non smontarli.
  7. Ungete gli stampini necessari con il burro e spolverateli con una parte delle farine di mais preparate. Versatevi il composto, coprite con le farine di mais rimaste e mettete in forno caldo a 180°C per circa 20 minuti.
  8. Preparate la salsa. Scaldate poco brodo, stemperatevi lo zafferano e mettete da parte. Ponete l’amido di mais in un tegamino e mescolatelo con il tuorlo; versate a filo il resto del brodo (freddo), mescolando sempre. Aggiungete lo zafferano sciolto nel brodo e fate addensare per 10 minuti circa su fuoco bassissimo; salate leggermente, spegnete e unite dei fili di erba cipollina tagliuzzati finemente.
  9. Rovesciate gli sformatini sui piatti individuali, conditeli con la salsa e serviteli subito.

Gli Sformatini di nasello e carciofi senza glutine sono un piatto sfizioso, ricco e raffinato da servire come secondo, antipasto o piatto unico nel menu settimanale per tutta la famiglia, o per un’occasione speciale. Se desiderate sorprendere i vostri ospiti con una ricetta molto elegante e anche squisita, gli Sformatini di nasello e carciofi senza glutine fanno per voi. Profumati e soffici, belli da vedere, i vostri Sformatini di nasello e carciofi senza glutine sono un’idea che farà felici i palati più esigenti! Gli Sformatini di nasello e carciofi senza glutine possono essere una intrigante pietanza di apertura in un menu un po’ diverso dal solito, possono essere serviti in tutte le occasioni speciali e sono un jolly d’eccezione per una cenetta romantica a lume di candela o uno sfizioso apericena. Potrete variare gli ingredienti di questi Sformatini di nasello e carciofi senza glutine, inserendo verdure diverse, in breve… tutto ciò che la fantasia vi suggerisce! 

I consigli di Carla

• Potete sostituire i carciofi con i cardi, che hanno un sapore molto delicato, con vago sentore di carciofo e sedano. La preparazione è semplice. Si devono eliminare le coste esterne più dure; quelle interne devono essere private dei filamenti, tagliate a pezzi e lasciate in acqua e limone. Vanno poi lessati per circa 20 minuti in acqua in acqua e latte (5 parti di acqua e 1 di latte). Perderanno così il sapore leggermente amarognolo che può non essere gradito. La preparazione prosegue poi come suggerito nella ricetta.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 25 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare