Calamari fritti con pastella

Calamari fritti con pastella
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
15 min
Tempi aggiuntivi
30 minuti di riposo
Calorie a porzione
365 kcal
8
4.9/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni







• Setacciate la farina in una ciotola e versate la birra a filo; mescolate con una frusta a mano, in modo da evitare la formazione di grumi.

• Sbattete le uova in una ciotola insieme a un pizzico di sale; aggiungetele poi poco alla volta al composto di farina e birra, sempre mescolando con la frusta. Se necessario aggiungete poca acqua fredda, in modo da ottenere una pastella liscia e morbida, ma non troppo liquida. Mettetela a riposare in frigo per circa 30 minuti.

Lavate i calamari, separate i tentacoli dalle sacche e tagliate queste ultime ad anelli di 1-1,5 cm di altezza, tagliate in due i tentacoli, ma solo se sono molto grandi; alla fine asciugate tutto con carta da cucina.

• In una padella in acciaio e dai bordi alti fate scaldare abbondante olio. Tuffate i calamari nella pastella solo poco prima di friggerli, poi calateli con attenzione nell’olio caldo e girateli con una pinza, finché saranno ben dorati; toglieteli con una schiumarola e scolateli su carta assorbente. Non cuocete troppi anelli alla volta: rischiereste di abbassare la temperatura dell’olio e di farne assorbire troppo dal fritto.

• Servite gli anelli di calamari fritti immediatamente, accompagnati da fettine di limone; salateli solo al momento di gustarli.

Un peccato di gola a settimana leva il medico di torno perché fa tornare il sorriso e mette in circolo un po’ di serotonina! Con la ricetta dei Calamari fritti con pastella Spadellandia vi propone una tentazione irresistibile alla quale non riuscirete a resistere, e che farà felicissima tutta la famiglia. Si tratta di un secondo piatto sfizioso, dalla panatura fragrante e asciutta, croccante e golosissima. Veloci e facili da preparare, i Calamari fritti con pastella possono essere serviti con un misto di verdure fritte per un pasto unico decisamente no light, o con una insalatina di stagione o un contorno di verdure per ammortizzare il conteggio delle calorie. I Calamari fritti con pastella sono un must dei finger food, gli sfiziosi assaggini da presentare in un buffet in piedi, o da spiluccare tutti insieme con un buon bicchiere di vino bianco. Il fritto è irresistibile solo se è croccante: ricordatevi dunque che per ottenere dei Calamari fritti con pastella a dovere, l’alimento deve galleggiare nel grasso di cottura e rivoltarsi senza toccare il fondo, senza caricare la padella di troppi cibi per evitare l’abbassamento della temperatura. Quindi, dovrà essere salato all’ultimo istante, servito caldo e mai coperto con piatti che favorirebbero il formarsi di umidità, nemico giurato di un fritto cotto a puntino. Un bocconcino tira l’altro… Chi si tira indietro?

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare