Panpepato

Panpepato
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
30 min
Tempo di cottura
30 min
Tempi aggiuntivi
20 minuti di riposo
Calorie a porzione
355 kcal
1
5.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 dolce da 8 porzioni














• Mettete a bagno l’uvetta in acqua tiepida per 20 minuti circa, poi scolatela, strizzatela e asciugatela con carta da cucina.

• Tagliate i canditi a pezzettini. Grattugiate la scorza dell’arancia, senza intaccare la parte bianca che è amarognola.

• Tritate molto grossolanamente nocciole, mandorle e noci sul tagliere, usando un coltello grosso a lama triangolare. Potete anche usare un mixer, ma procedete a scatti per non ridurle troppo fini.

• Versate la frutta secca in una ciotola capiente, aggiungete l’uvetta, i canditi, la scorza dell’arancia, la cannella, i chiodi di garofano, una grattugiata di noce moscata, un pizzico di pepe e mescolate.

• Spezzettate il cioccolato, mettetelo in un pentolino e fatelo sciogliere a bagnomaria a fiamma molto bassa: fate attenzione che il fondo del pentolino non tocchi l’acqua calda. Versate il cioccolato nella ciotola con gli ingredienti preparati.

• Rendete fluido il miele scaldandolo a bagnomaria e versate anche questo nella ciotola, poi iniziate a rimestare con il cucchiaio.

• Mescolate la farina e il cacao, setacciateli poco alla volta sul composto e incorporateli impastando con le mani.

• Quando avrete ottenuto un impasto ben amalgamato e consistente, appoggiate la ‘palla’ di impasto sulla placca del forno rivestita con l’apposita carta e dategli una forma semisferica e un po’ schiacciata.

• Trasferite il panpepato in forno statico già caldo a 170°C per circa 20-25 minuti, o finché la superficie sarà dorata in modo uniforme. Sfornatelo e fatelo raffreddare sopra una griglia.

• Preparate la copertura. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato, versatelo ancora caldo al centro del panpepato, in modo da farlo colare sulla superficie e ricoprirla in modo omogeneo.

• Fate asciugare bene la copertura, quindi servite il panpepato.

Il Panpepato è un dolce molto goloso e consistente di origine contadina servito solitamente in occasione delle feste natalizie. In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), ed erano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione come il Panpepato, di quei dolci genuini e ricchi che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! Il Panpepato, dolce tradizionale natalizio presente in Toscana ma anche in Umbria e in Lazio, non vi stancherà mai e, e siete in cerca di un’idea golosa per le feste o un’occasione speciale, questo dolce  fa sicuramente per voi. Attenzione, i vostri invitati potrebbero chiedervi il bis! E la festa del gusto abbia inizio!

I consigli di Carla

• Se lo preferite, al posto del cioccolato decorate la superficie con zucchero a velo setacciato. Potete servire il panpepato senza alcuna copertura.

• Il panpepato si conserva in luogo fresco e asciutto fino a 2 settimane, ben incartato in alluminio alimentare, o dentro una scatola di latta per alimenti.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare