Castagnaccio

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
30 min
Calorie a porzione
480 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
30 min

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni








  1. Versate un pizzico di sale nell’acqua e fatelo sciogliere bene, usando una frusta.
  2. In una ciotola capiente setacciate la farina di castagne, aggiungete l’acqua a filo, mescolando sempre con la frusta per non formare grumi, poi unite metà dose di olio, sempre rimestando. Dovrete ottenere una pastella omogenea, piuttosto liquida: se è necessario aggiungete ancora poca acqua, dato che la farina di castagne può assorbire più o meno liquido. Fate riposare il composto per circa 10 minuti.
  3. Versate l’olio avanzato in una ciotolina, aggiungetevi le foglie del rosmarino e tenete da parte.
  4. Mettete l’uvetta a mollo in acqua, in una ciotolina a parte, per 10 minuti, poi toglietela e strizzatela.
  5. In una padellina antiaderente tostate i pinoli, mescolandoli spesso con una spatola piatta, per 1 minuto circa a fuoco medio; quando saranno leggermente croccanti e aromatici, spegnete la fiamma e fateli intiepidire.
  6. Mettete da parte una manciatina di pinoli e un po’ dell’uvetta, il resto mescolatelo al composto di farina di castagne.
  7. Spennellate una teglia rettangolare con l’olio previsto e poi versate il composto, che dovrebbe livellarsi da solo, arrivando più o meno a 2 cm di spessore, non di più. Distribuite sulla superficie l’uvetta e i pinoli tenuti da parte; conditelo quindi con l’olio di oliva aromatizzato al rosmarino, insieme alle foglie.
  8. Cuocete il castagnaccio in forno già caldo a 200°C (funzione statica) per 15 minuti, poi alzate la temperatura a 240°C e continuate a cuocere altri 15 minuti. Controllate che la superficie del dolce risulti leggermente brunita e presenti delle piccole crepe, nel caso prolungate la cottura fino a 10 minuti: fate attenzione però che non si scurisca troppo, nel caso riabbassate la temperatura. Sfornatelo e servitelo subito, ma è molto buono anche a temperatura ambiente.

Quante torte squisite e sfiziose, semplici, economiche e veloci, si possono preparare con il forno? Il Castagnaccio è una di queste! Dolce a base di farina di castagne, di origine contadina, il Castagnaccio è una preparazione molto antica e tipica soprattutto delle zone appenniniche di Piemonte, Liguria, Toscana, Emilia e Romagna. Oggi, grazie alle ricette di Spadellandia, è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione, di quei dolci genuini e rustici che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! Il Castagnaccio, dalla consistenza corposa e dal gusto delicato è un dolce golosissimo, ottimo per un break appetitoso o per la merenda dei bambini che ne andranno ghiotti. Il Castagnaccio si presta ottimamente a essere servito anche con un buon tè, una spremuta o una cioccolata bollente, tiepido ma anche freddo. E la festa del gusto abbia inizio!

I consigli di Carla

• Ci sono varie versioni di questo dolce antico e povero, nato nelle zone appenniniche del nostro paese e all’inizio fatto solo con farina di castagne e acqua, e sono tutte ugualmente valide. Potete addolcire leggermente l’impasto con poco zucchero semolato (aggiungete circa 40 g per 6 persone), o aggiungere dei pezzetti di gherigli di noce, oppure qualche scorzetta di arancia tagliata sottilissima a julienne: in questo caso fate molta attenzione a non prendere anche la parte bianca della scorza, che renderebbe amarognolo il castagnaccio.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 14 giugno 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare