Tortine di verdure

Tortine di verdure
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
10 min
Tempo di cottura
12 min
Calorie a porzione
195 kcal
2
5.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 teglia da 6 porzioni
  • Pasta brisée

  • Pasta brisée light


  • Per il ripieno








    ● Stendete il rotolo di pasta brisée e ricavatene 4 quadrati. 

    ● Oliate 4 stampi monoporzione antiaderenti e rivestiteli con i quadrati di pasta, ritagliando quella in eccesso. Riempite con dei fagioli secchi e infornate a 200°C per 12′ minuti. Sfornate e lasciate raffreddare per 15′.

    ● Intanto lavate e pulite le verdure, tagliate a dadini i pomodori, i cetrioli e il peperone; affettate a rondelle i cipollotti. Mescolatele in una terrina aggiungendo il prezzemolo tritato e regolando di olio e sale.

    ● Sistemate sul fondo di ogni canestrino una foglia di lattuga, quindi disponete sopra le verdure e servite. 

    Avete poco tempo ma tanta voglia di qualcosa che vi stuzzichi? Ecco a voi una ricetta per un antipasto facile ma ricco di sapore. I Canestrini di brisée ripieni di verdure sono un’idea jolly se i bambini tornano tardi da scuola e si ha bisogno di inventarsi qualcosa su due piedi, e possono trasformarsi da spuntino frugale in gustoso e sfizioso piatto unico. I Canestrini di brisée ripieni di verdure, che possono diventare anche un antipasto di sicuro effetto, per grandi e bambini, sono una ricetta deliziosa ed economica molto versatile: il ripieno può essere reinterpretato a piacere (la regola aurea per la riuscita dei vostri Canestrini di brisée ripieni di verdure è comunque quella di scegliere ingredienti freschissimi e di ottima qualità). Questa ricetta, adatta a tutte le stagioni, si presta ottimamente a una festa di compleanno di bambini, per un’allegra e colorata merenda, per un aperitivo o brunch tra colleghi o per una serata davanti alla tv in compagnia di una birra ghiacciata e di una partita. I Canestrini di brisée ripieni di verdure sono indicati anche come idea “lunch box” da portare in ufficio per la pausa pranzo, soprattutto se si vuole restare leggeri e si ha poco tempo, o come stuzzichino “finger food” quando si ha voglia di spilluzzicare qualcosa e il languorino non si spegne nemmeno di notte, spingendoci a incursioni improvvise in cucina! Cosa aspettate a fare un po’ di goloso sonnambulismo?

    Ricetta di Camilla Innocenti
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
    {{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
    {{ options.labels.newReviewButton }}
    {{ userData.canReview.message }}

    Lista della spesa

    Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare