Arrosto di maiale con carciofini e lampascioni

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
10 min
Tempo di cottura
50 min
Tempi aggiuntivi
15 minuti di riposo
Calorie a porzione
535 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
10 min
Tempo di cottura
50 min

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni












  1. Lavate e asciugate le foglie di rosmarino e salvia, tritatele finemente insieme all’aglio e un pizzico di sale e pepe.
  2. Usando un coltello ben affilato a lama lunga, praticate dei tagli profondi nella carne e inseritevi parte di questo trito: il resto usatelo per massaggiare la superficie della carne.
  3. Se necessario legate la carne con dello spago da cucina, trasferitela in una teglia da forno, conditela con l’olio e trasferitela in forno già caldo a 180°C (funzione statica), girandola specialmente all’inizio perché si rosoli in modo omogeneo.
  4. Sfumate la carne con metà dose di vino e poi continuate la cottura per circa 40 minuti, irrorandola con il sugo di cottura. Se necessario, unite a filo poca acqua bollente facendo molta attenzione perché, mentre la versate, si svilupperà del vapore molto caldo e improvviso.
  5. Trascorso il tempo previsto, versate nella teglia i lampascioni ben scolati e continuate la cottura per altri 15 minuti circa, controllando sempre che il sugo non si asciughi. Se avete il termometro per carni, verificate la temperatura inserendolo al centro dell’arrosto: dovrà arrivare a circa 80°C.
  6. Sfornate e trasferite la carne e i lampascioni su un vassoio, poi unite i carciofini scolati dall’olio di conserva, coprite con carta di alluminio e fate riposare la preparazione per 15 minuti circa.
  7. Nel frattempo preparate il sugo. Ponete la teglia usata per cuocere la carne su fiamma bassa e mescolate con una spatola piatta per far ‘caramellare’ leggermente il fondo di cottura. Poi togliete dal fuoco, fate intiepidire leggermente e togliete la parte grassa che affiorerà. Rimettete la teglia su fiamma bassa e spolverizzate con la farina mescolando sempre, poi versate il vino avanzato insieme all’acqua e fate bollire pianissimo per qualche minuto. Filtrate il sugo ottenuto, unendo poca acqua calda se risultasse troppo denso, quindi regolate di sale.
  8. Eliminate lo spago all’arrosto, tagliatelo a fette e servitelo con i lampascioni e i carciofini, accompagnando il piatto con la salsa a parte.

Un tempo i secondi di carne erano considerati una rarità sulla tavola di tutti i giorni, dove prevalevano piatti unici poveri come le zuppe di legumi, ma oggi che la carne viene gustata più spesso, si ha bisogno di idee creative per variare il repertorio di secondi a base di questo ingrediente. Facile e gustoso, l’Arrosto di maiale con carciofini e lampascioni è un vero e proprio jolly della buona cucina. Seguendo i consigli di Spadellandia realizzerete un secondo piatto di carne da veri intenditori, senza un eccessivo investimento di energie, inoltre con pochi e semplici ingredienti otterrete un Arrosto di maiale con carciofini e lampascioni delizioso. Quando le idee scarseggiano, si ha bisogno di una ricetta per reinventare il solito taglio di carne, che sia nutriente ma al contempo stuzzichi il palato. Semplice e delicato, adatto a tutta la famiglia ma anche raffinato all’occorrenza, l’Arrosto di maiale con carciofini e lampascioni è adattissimo per tutti gli amanti della tradizione rustica italiana rivisitata con un piglio di originalità. Ultima dritta di Spadellandia: se vi è possibile, acquistate carne di qualità e che provenga da animali alimentati con mangimi vegetali e biologici.

I consigli di Carla

• Per ‘steccare’ a dovere un pezzo di carne intero la procedura è molto semplice. Con un coltellino lungo e sottile praticate delle incisioni profonde a croce nel senso delle fibre; inseritevi gli aromi preparati, spingendoli nei fori con le dita. Gli aromi scelti si possono inserire interi, ma la cosa migliore è tritarli insieme, in modo che sprigionino in cottura tutto il loro aroma, e lo trasmettano a tutta la carne. Se poi volete conferire al piatto un tocco di freschezza, potete aggiungere anche qualche scorza di limone biologico, preferibilmente tritata finemente o grattugiata.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 28 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare