Ravioli di barbabietole e patate

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
40 min
Calorie a porzione
645 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
40 min

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni
Per la pasta




Per il ripieno











Per il condimento




  1. Lavate le patate e cuocetele a vapore per circa 25 minuti (dal bollore dell’acqua): dovranno essere morbide ma non sfatte. Scolatele e fatele appena intiepidire.
  2. Nel frattempo preparate la sfoglia: setacciate le due farine, mescolatele, disponetele a fontana su una spianatoia e versatevi al centro le uova e un pizzico di sale. Iniziate a sbattere le uova con una forchetta e a mano a mano incorporate le farine, poco per volta.
  3. Quando le uova non riescono più a ‘prendere’ farina, proseguite a piene mani, lavorando bene l’impasto con il polso e infarinando ogni tanto la spianatoia per non farlo attaccare. Dovete ottenere una palla liscia ed elastica, che farete riposare 30 minuti coperta da un canovaccio o da pellicola alimentare.
  4. Frullate le barbabietole in un mixer e mettetele da parte.
  5. Mondate e lavate lo scalogno, tritatelo e fatelo appassire in una padella con un filo di olio, per 2-3 minuti a fiamma bassa. Sfumate con il vino e unite le barbabietole preparate; cuocete per qualche minuto, perché il composto si addensi un po’, quindi trasferitelo in una ciotola.
  6. Passate le patate cotte con lo schiacciapatate direttamente nella ciotola; unite il parmigiano, un pizzico di sale e pepe e mescolate bene.
  7. Stendete la pasta. Con una spatola piatta grattate bene il fondo della spianatoia in modo che non rimangano residui secchi di pasta. Dividete l’impasto in 2 parti, prendetene una e lasciate l’altra coperta con pellicola per non farla seccare; infarinate la spianatoia e iniziate a tirarla con il matterello fino a ottenere una sfoglia sottile, leggera e resistente. Adagiatela su un telo leggermente infarinato, copritela e tirate l’altra metà di impasto sulla spianatoia nuovamente infarinata.
  8. Distribuite sulla sfoglia cucchiaini di ripieno, distanziati fra loro circa 5 cm, e sovrapponete l’altra sfoglia; pigiate con le dita fra un rilievo di ripieno e l’altro, eliminando più possibile l’aria. Infine ritagliate i ravioli con una rotella dentata, oppure passando la lama di un coltello infarinata fra i rilievi di ripieno, così da ottenere dei ravioli quadrati. Controllate che bordi dei ravioli siano ben sigillati in modo che non perdano il ripieno in cottura.
  9. Preparate il condimento. Lavate e asciugate perfettamente le foglie di salvia e mettetele con il burro in una padella larga antiaderente. Salate leggermente, pepate e ponete su fuoco bassissimo per pochi minuti, perché si sprigioni tutto l’aroma dalle foglie; il burro non dovrà arrivare a temperatura troppo alta e dovrà rimanere chiaro.
  10. Lessate i ravioli in abbondante acqua bollente salata. Quando vengono a galla fateli cuocere per 3-4 minuti, poi scolateli con una schiumarola e adagiateli nella padella con il burro caldo. Girateli con delicatezza e serviteli subito.

I Ravioli di barbabietole e patate sono un primo piatto sfizioso e gustoso, ideale da proporre nel menu abbinato a un antipasto light, che contenga pochi grassi e calorie e un contorno di verdure facile e veloce. Questo primo accontenta bambini e adulti ed è un’idea ottima se volete realizzare un piatto di pasta ricco e saporito, che rispetti la tradizione italiana. I Ravioli di barbabietole e patate sono la pietanza perfetta per chi vuole mettere a tavola il gusto tradizionale e genuino della dieta mediterranea, e come piatto è un ottimo ambasciatore della migliore cucina italiana nel mondo. La semplicità dei Ravioli di barbabietole e patate, unita al profumo, alla genuinità e alla bontà del loro condimento, avranno un effetto sicuro sulla vostra famiglia o sui vostri invitati, che potranno gustare questa ricetta a pranzo o a cena nel menu settimanale, o durante il pranzo della domenica. I Ravioli di barbabietole e patate sono una ricetta sostanziosa, semplice nella preparazione, che accontenterà anche i palati più difficil. Seguite i consigli per la preparazione di questo piatto prelibato passo passo, e procuratevi degli ingredienti di prima qualità: il successo di questo primo di pasta è garantito! 

I consigli di Carla

• La farina di semola di grano duro è di gran lunga preferibile alla farina di grano tenero per preparare la pasta in casa: la sfoglia risulterà infatti più porosa e assorbirà meglio il condimento, senza tuttavia sfaldarsi.

• Per far sì che i ravioli si sigillino bene e non fuoriesca il ripieno durante la cottura, è fondamentale non dare alla sfoglia il tempo di asciugarsi: va riempita subito dopo averla stesa. Se tuttavia notate che si è seccata un pochino, bagnate la punta dell’indice d’acqua e passatelo sui bordi dei singoli ravioli, prima di sigillarli fra loro.

• Potete realizzare una maggiore quantità di ravioli, così quelli che avanzano li congelerete. Appoggiateli su vassoi non troppo grandi, in un solo strato, e metteteli nel freezer; quando sono congelati trasferiteli in sacchetti alimentari, così da averli già in porzioni. Basta toglierli dal freezer e tenerli a temperatura ambiente finché si saranno ammorbiditi, poi cuoceteli come suggerito nella ricetta.

• Arricchite il condimento dei vostri ravioli: per 4 persone scaldate insieme al burro 2 cucchiai rasi di semi di papavero e, prima di servirli, spolverizzateli con 40 g di parmigiano grattugiato.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 14 giugno 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare