Tarte Tatin alle pesche

Tarte Tatin alle pesche
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
35 min
Calorie a porzione
500 kcal
2
4.5/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 porzione





Per spennellare


Per la farcitura



• Lavate e tagliate le pesche a metà, togliete il nocciolo e sbucciatele.

• Mettete sul fuoco una padella larga con lo zucchero e il burro e fateli caramellare a fiamma bassa senza mai mescolare, finché il composto sarà dorato e fluido.

• Appoggiatevi le pesche e fatele cuocere per circa 10 minuti, girandole ogni tanto in modo da ricoprirle di caramello.

• Preparate ora la base. Versate la farina, il burro freddo a dadini e un pizzico di sale in una ciotola larga, quindi mescolate con la punta delle dita per formare delle briciole.

• Disponetele a fontana, poi unite lo zucchero e il tuorlo e lavorate con le dita aggiungendo acqua fredda, solo se necessario. Appena la pasta risulterà liscia, schiacciatela a pochi cm di spessore, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per un’ora circa.

• Imburrate una teglia di 22 cm di diametro, poi foderate il fondo con carta da forno e infarinate le pareti.  

• Sistemate nella teglia le mezze pesche con la parte tagliata rivolta verso l’alto, cospargetevi sopra il resto del caramello e lasciatele intiepidire.  

• Riprendete la pasta e stendetela con il matterello a uno spessore di circa 5 mm, fino a formare un cerchio poco più grande della teglia.

• Disponete sopra le pesche la base di sfoglia, spingete i bordi verso il basso, ripiegando la pasta in eccesso fra le pesche e il bordo dello stampo. Bucherellate la pasta con uno stecchino, perché non si gonfi in cottura.

• Sbattete il tuorlo con il latte, spennellateli sulla superficie della sfoglia, poi trasferite il dolce in forno a 200°C (funzione statica) per circa 25 minuti.

• Sfornate subito la torta e passate un coltello lungo il bordo per staccare il dolce dalla parete. Appoggiate il vassoio di portata a rovescio sulla torta e girate con un movimento deciso. Con delicatezza sfilate la teglia e togliete subito la carta dal caramello: non aspettate troppo, altrimenti quest’ultimo potrebbe restare attaccato alla carta.

• Servite la tarte tatin alle pesche calda oppure tiepida.

Quante torte squisite e sfiziose, semplici, economiche e veloci, si possono preparare con il forno? La Tarte Tatin alle pesche è una di queste! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), e venivano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione come questa Tarte Tatin alle pesche, di quei dolci genuini e ricchi che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! La Tarte Tatin alle pesche è un dolce preparato al forno che non vi stancherà mai. La Tarte Tatin alle pesche si presta ottimamente per rallegrare, insieme a un buon tè o una cioccolata bollente, un pomeriggio con gli amici. Se siete in cerca di un’idea golosa per una festa di compleanno, la Tarte Tatin alle pesche fa sicuramente per voi. E la festa del gusto abbia inizio!

I consigli di Cristina

• La Tarte Tatin per tradizione va servita calda, magari accompagnata a crema pasticcera, gelato alla vaniglia o panna montata.

• Se volete fare più in fretta, per la base potete benissimo utilizzare un rotolo di pasta brisée pronto.


Ricetta di Cristina Checcacci
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare