Strudel di mele senza burro senza uova (Vegan)

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
45 min
Tempi aggiuntivi
1 ora di riposo
Calorie a porzione
420 kcal
13
5.0/5

Ingredienti

Dosi per

1 strudel da 8 porzioni
Per l'impasto





Per il ripieno










• Preparate l’impasto. Mescolate la farina setacciata e un pizzico di sale in una ciotola, unite l’acqua tiepida (a circa 35°C, in modo che poi sia più facile tirare la pasta), lo zucchero e l’olio di semi. Mescolate con la punta delle dita fino a ottenere una pasta molle. Lavoratela per un po’ sempre con le dita, finché non si attaccherà più. Impastatela poi con molta decisione, anche sbattendola su una tavola infarinata, fino a ottenere un impasto perfettamente liscio.

• Trasferite la pasta, ben unta con olio, su un canovaccio perfettamente pulito e infarinato (o anche su una carta oleata), copritela con una ciotola scaldata e lasciatela riposare per un’ora.

• Ora occupatevi del ripieno. Intanto in una padella scaldate l’olio, aggiungete il pangrattato e tostatelo a fiamma media per circa 3 minuti, poi spegnete e fate raffreddare.

• Fate rinvenire l’uvetta in acqua tiepida. Lavate e sbucciate le mele, tagliatele a dadini, trasferitele in una ciotola e versatevi la scorza grattugiata del limone e il suo succo. Mescolate bene per condire le mele in modo uniforme.

• Mescolate lo zucchero e la cannella e uniteli alle mele; quindi aggiungete l’uvetta ben strizzata, i pinoli e mescolate.

• Spianate la pasta sulla tovaglia, tirandola piano con le mani infarinate. Passate le mani col dorso in su, anche sotto la pasta, in modo che non si appiccichi al tessuto, tirando sempre leggermente. Dovrete ottenere una sfoglia molto sottile, senza tirare troppo vigorosamente, così da formare un rettangolo.

• Distribuite sulla superficie metà dose di pangrattato preparato, poi il ripieno e finite spolverizzando sopra il resto del pangrattato; arrotolate la pasta aiutandovi con il telo e spennellate la superficie con della bevanda di riso. 

• Adagiate lo strudel su una teglia leggermente infarinata e cuocete in forno già caldo a 180°C (funzione statica) per circa 45 minuti. Sfornatelo, spolverizzatelo con zucchero a velo e servitelo.

Come resistere al profumo di una bella fetta di Strudel di mele vegan caldo golosamente farcito? Che si tratti di una festa di compleanno, di un incontro tra amici in un noioso pomeriggio, di una ricorrenza speciale, lo Strudel di mele è una di quelle ricette di dolci farciti preparati in forno che non passa mai di moda, e non avanza mai! In tutte le sue varianti questa preparazione dolce, delicata e gustosa, rimane una delle più apprezzate e richieste da grandi e bambini. Per non parlare dei grandi chef che ne hanno fatto la base per infinite variazioni sul tema, raffinate e squisite. È una ricetta originariamente turca, passata dall’Ungheria in Austria, e quindi in Italia, attraverso l’Impero Ottomano e poi quello austro ungarico: agli ingredienti del dolce turco originario (Baclava) fu aggiunto il jolly che poi lo ha reso celebre nel mondo: le mele. Oggi, lo Strudel è sinonimo di dolce altoatesino, diffuso com’è in Trentino Alto Adige e nelle zone alpine della confinante Austria, terre delle mele (la ricetta originale prevede l’uso delle renette) e dei segreti dolciari tramandati di generazione in generazione. E se proprio non riuscite a volare verso Vienna per gustarvi uno Strudel “original” in un caffè… provate la ricetta di Spadellandia, gusterete uno Strudel di mele golosissimo! Magari accompagnate il vostro Strudel di mele vegan con una salsina a base di vaniglia, o una crema vegan per un concentrato di frutta, zucchero e tentazione golosa che manderà in vacanza la dieta ma vi metterà un gran buonumore! 

I consigli di Carla

• Per arrotolare bene lo strudel, per prima cosa dovete lasciare un bordo libero mentre spalmate il ripieno, in modo che dopo questo non fuoriesca. Non prendete con le mani il lato da cui iniziate, perché rischiate di rompere la pasta e fare dei buchi, ma aiutatevi con il telo, tirandolo su con una mano e staccandone la pasta con l’altro. Proseguite così, arrotolando via via ma non stringendo troppo (altrimenti il ripieno verrà spinto in avanti e di lato, e poi uscirà fuori) arrivate alla fine e finite appoggiando direttamente il rotolo sulla teglia.

• A metà cottura potete utilizzare il succo (prodotto sia dalla frutta in infusione che quello in cottura) per spennellare lo strudel, in modo da conferirgli un colore dorato e una maggiore morbidezza. 

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 22 settembre 2023

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare