Plumcake al pistacchio senza glutine

Plumcake al pistacchio senza glutine
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
40 min
Calorie a porzione
400 kcal
5
4.8/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 plumcake da 8 porzioni













● Tagliate a pezzetti il burro e lasciatelo ammorbidire.

● In una terrina sbattete con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, formando un composto chiaro e cremoso; unite a questo punto gli altri ingredienti: lo yogurt, il burro, la scorza grattugiata di arancia, la farina di riso e l’amido di mais setacciati e un pizzico di sale. 

● Frullate con le fruste finché il composto sarà ben amalgamato, aggiungete 100 g di pistacchi tritati finemente, i canditi, il rum e, per ultimo, il lievito setacciato. 

● Mescolate con cura, versate l’impasto in uno stampo per plumcake antiaderente imburrato e infarinato con l’amido di mais e infornate per circa 40 minuti a 180°C.

● Prima di servire, guarnite il dolce con i restanti pistacchi tritati grossolanamente e qualche ciliegia al maraschino lasciata intera. 

Quante torte squisite e sfiziose, semplici, economiche e veloci, si possono preparare con il forno? Il Plumcake al pistacchio è una di queste! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), ed erano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione, di quei dolci genuini e ricchi che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! Il Plumcake al pistacchio è un dolce preparato al forno che non vi stancherà mai. Se siete in cerca di un’idea golosa per una festa o un’occasione speciale, il Plumcake al pistacchio fa sicuramente per voi: decoratelo sbizzarrendovi con la fantasia e… attenzione, i vostri invitati potrebbero chiedervi il bis! E la festa del gusto abbia inizio!

I consigli di Margherita

● Se dovete lavorare diverse uova insieme, non versatele una dietro l’altra nel recipiente che userete; dopo aver rotto il guscio, mettetele una per volta in una ciotolina, così potete controllare se sono buone  (se non lo fossero emaneranno cattivo odore) o se vi è caduto un pezzetto di guscio. Eviterete così di dover buttare via le altre già versate nel recipiente.

Ricetta di Margherita Pini
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare