Petto d’anatra all’aceto balsamico

Petto d'anatra all'aceto balsamico
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
15 min
Tempo di cottura
20 min
Calorie a porzione
440 kcal
1
4.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni








● In una padella capiente fate rosolare con l’olio per 2 minuti le cipolle sbucciate e tagliate a rondelle sottili; aggiungete poi l’aceto balsamico, un po’ di rosmarino e timo; regolate di sale e pepe e fate cuocere per 3 minuti mescolando.

● Quando l’aceto balsamico si sarà ritirato, sfumate con il vino rosso e proseguite la cottura per altri 10 minuti; alla fine frullate le cipolle.

● Insaporire i petti d’anatra con sale grosso, appoggiateli nella padella con la pelle rivolta verso il basso e fateli rosolare senza condimento per 3 minuti da entrambi i lati.

● Aspettate 2 minuti, poi mettete la carne sul tagliere e tagliatela a fette alte, adagiatele nei piatti, spolveratele con pepe appena macinato e accompagnate con la salsa alle cipolle.

Un tempo i secondi di carne erano considerati una rarità sulla tavola di tutti i giorni, dove prevalevano piatti unici poveri come le zuppe di legumi, ma oggi che la carne viene gustata in qualsiasi giorno della settimana, si ha bisogno di idee creative per variare il repertorio di secondi di carne. Facile, veloce e salvatempo, il Petto d’anatra all’aceto balsamico, è un vero e proprio jolly della cucina speedy e dietetica. In pochi minuti realizzerete un secondo piatto di carne da veri intenditori, senza un eccessivo investimento di energie, inoltre con pochi e semplici ingredienti otterrete un piatto delizioso e light. Quando i mariti brontolano, i figli strillano, gli amici si presentano senza preavviso, si ha bisogno di una ricetta per reinventare il solito taglio di carne, che si cucini in un battibaleno, sia nutriente ma al contempo stuzzichi il palato. Semplice ma delicato, adatto a tutta la famiglia ma anche raffinato all’occorrenza, il Petto d’anatra all’aceto balsamico è adattissimo per tutti gli amanti della tradizione rustica italiana, rivisitata con un piglio di originalità. Invitante e succulento, servito con un saporito contorno di patate e verdure di stagione, ma anche con un soffice puré (i bambini ne andranno matti!), può diventare un piatto unico per una cena in cui si arriva tardi dal lavoro. Ultima dritta di Spadellandia: se vi è possibile, acquistate carne che provenga da animali allevati a terra e alimentati con mangimi vegetali e biologici.

I consigli di Margherita

● Per cucinare al meglio il petto d’anatra, è consigliabile praticare dei tagli nella pelle orizzontali e paralleli, distanti 1 cm tra loro. Si deve poi mettere a cuocere il petto a padella fredda, così il calore non sigillerà la pelle e questo permetterà ai grassi di sciogliersi e di uscire, rendendo il piatto più leggero.

Ricetta di Margherita Pini
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 25 febbraio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare