Crostata di datteri e cioccolato

Crostata di datteri e cioccolato
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
25 min
Tempo di cottura
5 min
Tempi aggiuntivi
12 ore di frigo + 3 ore di riposo
Calorie a porzione
560 kcal
7
4.9/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

1 stampo da 8 porzioni
Per la base







Per la crema





Per la decorazione

• Conservate il latte di cocco in frigo per circa 12 ore, prima di preparare la torta.

• Lasciate i datteri a bagno in acqua tiepida per 30 minuti, in modo che si ammorbidiscano.

• Nel frattempo tritate in modo grossolano nel mixer le mandorle e gli anacardi, versateli in una ciotola e aggiungete lo zucchero di canna, il cacao setacciato, la cannella e un pizzico di sale. Se avete un frullatore piccolo, tritateli un po’ alla volta.

• Denocciolate i datteri, tagliateli a pezzetti e tritateli con il mixer (con la stessa modalità). Se necessario allungate con poca acqua, fino a ottenere una pasta omogenea; versatela nella ciotola con la frutta secca preparata e amalgamate bene.

• Foderate accuratamente uno stampo da plumcake in alluminio con carta da forno e versatevi il composto. Create uno strato sul fondo e dei bordi di 2-3 cm, pressando bene con la parte convessa di un cucchiaio bagnato. Lasciate raffreddare lo stampo in frigo per un’ora circa, finché la base si sarà indurita.

• Preparate la crema. Trasferite in freezer per 10 minuti il latte di cocco, la ciotola e le fruste che userete.

• Spezzettate il cioccolato e fatelo sciogliere a bagnomaria, aggiungete la farina di mandorle, la scorza grattugiata del limone, mescolate bene e poi fate intiepidire il composto, ma fate attenzione che non si indurisca.

• Aprite il contenitore del latte di cocco senza mescolarlo e, con un cucchiaio prelevate solo la parte superiore solida. Trasferitela nella ciotola fredda e unite lo zucchero a velo; montatela usando le fruste elettriche finché otterrete una massa soffice come la panna tradizionale.

• Mescolate il cioccolato fuso alla panna di cocco montata, in modo delicato ma abbastanza velocemente.

• Trasferite il composto ottenuto nello stampo e livellatelo; quindi rimettete lo stampo in frigo per un paio d’ore, in modo che la crema si rapprenda.

• Quando è il momento di servire, tagliate gli spigoli laterali dello stampo e abbassate le pareti, quindi fate scivolare la crostata sul vassoio. Staccate la carta dal fondo aiutandovi con una spatola piatta e sfilatela delicatamente. Decorate la superficie del dolce con le lamelle di mandorle e servite.

Oggi, che la voglia di tradizione e genuinità è sempre più diffusa, i dessert tradizionali, come questa Crostata crudista di datteri e cioccolato , sono delle preparazioni molto richieste e apprezzate da grandi e bambini, oltre a regalare un profumo e un sapore ineguagliabile! Preparate rigorosamente con ingredienti naturali, le crostate, in tutte le loro varianti, sono perfette per trasformare la colazione in un dolce risveglio. La Crostata crudista di datteri e cioccolato , accompagnata da un bicchierone di latte, da una spremuta o da un bel caffè di orzo, è una vera e propria delizia. Ma potete gustare la vostra Crostata crudista di datteri e cioccolato  come fine pasto da condividere in famiglia, oppure servirla per una festa di compleanno, per una merenda dei bambini o per un’occasione speciale. Questa Crostata crudista di datteri e cioccolato, che ricorda i sapori di una volta, i diari di ricette della nonna e le loro cucine, profumate e accoglienti, è un dessert dolce classico ma intramontabile, ideale quando si ha voglia di coccolarsi un po’ e la voglia di dolce ha il sopravvento. Inoltre, essendo un dessert facile e senza cottura in forno è davvero alla portata di tutti! Il risultato è comunque assicurato: una Crostata crudista di datteri e cioccolato deliziosa, un vero inno alla dolcezza!


I consigli di Carla

• Questa è una torta ‘raw’, cioè che non prevede cottura: il risultato è un dolce saporito, che non ha niente da invidiare alle crostate tradizionali. Per ottenere una base più morbida potete tenere in ammollo per tutta la notte (dalle 8 alle 12 ore) la frutta secca necessaria. È vegan, come quasi tutti questi tipi di dolci. Dovete solo fare attenzione alle calorie, perché i suoi ingredienti, rispetto alle torte classiche, ne contengono di più.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 27 febbraio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare