Come fare in casa il pangrattato vegan

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
1 h e 30 min
Tempi aggiuntivi
24 ore di riposo
Calorie a porzione
75 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
1 h e 30 min

Ingredienti

Dosi per

1 porzione



  1.  Sciacquate la soia gialla, quindi tenetela in ammollo in un contenitore di vetro per 24 ore cambiando almeno una volta l’acqua. Una volta trascorso questo tempo, sciacquate i legumi sotto l’acqua corrente, poi con un mixer, macinateli aggiungendo 700 ml di acqua naturale.
  2.  Al termine dell’operazione, versate i legumi in un tegame, aggiungete l’acqua restante naturale e riponete sul fuoco a fiamma media.
  3.  Portate a ebollizione mescolando più volte con un cucchiaio di legno rimuovendo con una schiumarola la schiuma che si verrà a formare. Non appena avrà raggiunto il bollore, abbassate la fiamma e cuocete per 10 minuti, poi togliete dal fuoco e fate raffreddare.
  4.  Filtrate la miscela con un colino (o uno scolapasta) su cui avrete adagiato un panno fine di cotone ben pulito (lavato senza detergenti profumati). Strizzate il panno per far fuoriuscire il latte di soia.
  5.  Il residuo che rimarrà nel panno sarà la vostra okara, ovvero l’ingrediente base del vostro pangrattato vegano. Foderate 2 teglie da forno con la carta forno e adagiatevi la okara prestando attenzione a non accumulare il composto. 
  6.  Infornate a una temperatura non superiore ai 120°C con lo sportello leggermente aperto (tra lo sportello e il telaio del forno sistemate un cucchiaio o una presina in modo che rimanga uno spiraglio da cui il vapore potrà fuoriuscire).
  7.  Cuocete fino a quando l’okara sarà ben asciugata, mescolando più volte. Togliete dal forno, lasciate raffreddare completamente e frullate in un macinacaffè fino a quando non assumerà una consistenza fine. Salate leggermente: il vostro pangrattato è servito!

Come fare in casa il pangrattato vegan: con la okara di soia (il residuo del latte di soia) si può preparare un ottimo sostituto del pangrattato classico.

I consigli di Valentina

• Ottimo per le impanature, per le polpette vegane, per le verdure al forno ripiene e al gratin.

• Fate attenzione, durante la cottura in forno, che la soia non arrostisca: dovrà essiccarsi e colorirsi, ma mai scurirsi!

 

 

Ricetta di Valentina Mosco
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare