Pandolce genovese alto

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
1 h
Tempi aggiuntivi
16 ore e 30 min di riposo
Calorie a porzione
355 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
45 min
Tempo di cottura
1 h

Ingredienti

Dosi per

1 Pandolce da 8 porzioni
Per il lievitino



Per l'impasto







Per la farcia



  1. Lasciate l’uvetta a bagno in acqua calda per 30 minuti, poi scolatela, strizzatela appena e fatela asciugare su un telo.
  2. Preparate il lievitino. In una ciotola fate sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, setacciatevi la farina Manitoba e impastate per pochi minuti. Copritelo con la pellicola e lasciatelo in un posto tiepido (circa 28°C) per 8-10 ore.
  3. Passate a preparare l’impasto. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, mettete nella ciotola della planetaria, che avrà il gancio a foglia o gancio K, il lievitino preparato, aggiungete lo zucchero, le farine setacciate, l’aroma all’arancia e l’acqua nella quale avrete sciolto il lievito.
  4. Impastate a bassa velocità, poi unite il burro ammorbidito a temperatura ambiente e continuate ad impastare per 20 minuti circa, fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti della planetaria e si attaccherà al gancio.
  5. Aggiungete i pinoli, l’uvetta, i canditi e impastate per un paio di minuti, per amalgamare gli ingredienti.
  6. Trasferite l’impasto su un piano da lavoro, schiacciatelo con le mani, poi arrotolatelo su se stesso creando un rotolo.
  7. Adesso arrotolatelo nuovamente su se stesso dal lato corto, adagiate la palla ottenuta su una teglia rivestita con carta da forno e copritela con la pellicola alimentare.
  8. Sempre con la carta da forno create un anello che metterete intorno alla palla in modo che possa crescere meglio in altezza e lasciatela lievitare per 6 ore circa, fino a quando avrà raddoppiato il volume.
  9. A fine lievitazione, rimuovete la pellicola, praticate un’incisione a triangolo sulla superficie e trasferite in forno preriscaldato a 180°C (modalità statica) per un’ora circa.
  10. Fate raffreddare completamente il pandolce prima di servirlo.

Quante torte squisite e sfiziose si possono preparare con il forno? Il Pandolce genovese alto è una di queste! Oggi è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione, di quei dolci genuini e ricchi, come questo Pandolce genovese alto, che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda e non contengono conservanti o coloranti! Il Pandolce genovese alto è un dessert preparato al forno che non vi stancherà mai: soffice e golosissimo, è ottimo per il risveglio della colazione, o per la merenda dei bambini che ne vanno ghiotti. Il Pandolce genovese alto si presta ottimamente per rallegrare, insieme a un buon tè o una spremuta, un pomeriggio con gli amici. Se siete in cerca di un’idea golosa per festeggiare il Natale, sana e nutriente, il Pandolce genovese alto fa sicuramente per voi. E la festa del gusto abbia inizio!

Ricetta di Romina Bartolozzi
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 21 aprile 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare