Torta di Karlovy Vary

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
40 min
Tempi aggiuntivi
4 ore di riposo
Calorie a porzione
720 kcal

Indice dei Contenuti

Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
35 min
Tempo di cottura
40 min

Ingredienti

Dosi per

1 torta da 8 porzioni

Per le cialde






Per la farcitura





Per la decorazione


  1. Preparate le cialde. In un pentolino fate sciogliere il burro a fuoco bassissimo, poi spegnete subito. Tritate grossolanamente le mandorle, anche con un mixer, ma procedete a scatti per non polverizzarle.
  2. In una ciotola capiente sbattete con una frusta a mano gli albumi con un pizzico di sale, ma senza montarli. Unite poco alla volta la farina setacciata, lo zucchero semolato e il burro tiepido, mescolando bene gli ingredienti. Alla fine aggiungete le mandorle tritate e mischiate ancora.
  3. Appoggiate sulla placca un foglio di carta da forno: per farlo aderire ‘sporcate’ in alcuni punti la placca con del burro, così non si staccherà.
  4. Distribuite parte del composto sul foglio, formando un paio di cerchi di circa 20 cm di diametro con uno spessore piuttosto sottile, di 2-3 mm al massimo.
  5. Ponete le cialde in forno preriscaldato a 180°C (funzione statica) e cuocetele per circa 10 minuti: dovranno diventare piuttosto secche e dorarsi, ma non in modo eccessivo, nel caso toglietele prima. Sfornatele, aspettate qualche secondo prima di levarle dalla placca con una spatola piatta; appoggiatele su un piano e fatele raffreddare. Procedete così con il resto dell’impasto.
  6. Dedicatevi ora alla crema. Tirate il burro fuori dal frigo e tagliatelo a pezzettini perché si ammorbidisca prima. Montate i tuorli insieme allo zucchero e a un pizzico di sale usando le fruste elettriche, finché otterrete un composto gonfio e chiaro. Aggiungete ora il burro morbido, poco alla volta, sempre frullando finché otterrete una crema omogenea.
  7. Tritate grossolanamente i gherigli di noci e metteteli da parte.
  8. Quando tutti i componenti saranno freddi, iniziate a montare la torta. Foderate con carta da forno la sola base di una teglia a cerniera di 20 cm di diametro, bloccatela mettendo la parete e tagliate via la parte di carta eccedente.
  9. Mettete sul fondo della teglia una delle cialde, spalmatevi delicatamente una parte della crema al burro livellandola, poi spolverizzate con scagliette di cioccolato e pezzettini di noce. Appoggiatevi sopra un’altra cialda, fate uno strato di crema e così via, fino a terminare i componenti; l’ultimo strato sarà di crema al burro.
  10. Trasferite la torta in frigo per circa 4 ore; una mezzora prima di servirla tiratela fuori, levate la parete e fatela scivolare sul vassoio da portata. Staccate delicatamente dal fondo la carta e toglietela, sfilandola con attenzione; quindi servite la vostra torta, dopo averne decorato la superficie con granella di zucchero e scagliette di cioccolato.

Quante torte squisite e sfiziose, semplici, economiche e veloci, si possono preparare con il forno? La Torta di Karlovy Vary è una di queste! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speciali (Pasqua, Natale), ed erano preparati con pochi e semplici ingredienti della dispensa. Oggi, che sono diventati una presenza quotidiana sulla tavola di adulti e bambini (dolcetti, merendine, ecc.), è bello riscoprire il gusto delle torte classiche della tradizione, di quei dolci genuini e ricchi, come questa Torta di Karlovy Vary, che non hanno nulla da invidiare ai dessert della più raffinata pasticceria, non passano mai di moda, e soprattutto non contengono conservanti o coloranti! La Torta di Karlovy Vary è un ottimo dolce che non vi stancherà mai: soffice e golosissimo, è ottimo per il risveglio della colazione, o per la merenda dei bambini che ne vanno ghiotti. Si presta ottimamente per accompagnare un buon tè o una golosa merenda. Se siete in cerca di un’idea golosa per luna festa o un’occasione particolare, la Torta di Karlovy Vary fa sicuramente per voi! 

I consigli di Carla

• Poiché in questa crema si utilizzano i tuorli crudi, per maggior sicurezza è preferibile pastorizzarli. Usando le fruste elettriche montate i tuorli con un paio dei cucchiai dello zucchero semolato previsto, per 2-3 minuti. Intanto in un pentolino versate lo zucchero rimasto e un pizzico di sale con due cucchiai di acqua, ponete a fuoco basso e lasciate bollire finché lo sciroppo raggiungerà i 121°C, perciò è necessario che usiate il termometro da cucina. Versate a filo lo sciroppo nella ciotola dove avete lavorato i tuorli, sempre usando le fruste: il calore pastorizzerà le uova. Continuate quindi a frullare, finché i tuorli saranno freddi e ben montati. Procedete quindi come suggerito nella ricetta.

• Quella che abbiamo proposto per ottenere le cialde è una ricetta che si avvicina alle “Karlovarské Oplatki”, tipiche della repubblica Ceca. Sono simili a grandi Wafers, del diametro minimo di 19-20 cm, con ingredienti che possono variare leggermente, in genere semi secchi oleosi (mandorle, nocciole …), con aggiunta o no di cacao, e/o aromi come cannella o vaniglia. L’ingrediente fondamentale con cui viene preparato l’impasto originale è però l’acqua termale di Karlovy Vary, che regala a queste cialde un sapore inimitabile.

Ricetta di Carla Marchetti
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 28 maggio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare