Baccalà mantecato

Baccalà mantecato
Difficoltà
Costo
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
30 min
Tempi aggiuntivi
2 ore di riposo
Calorie a porzione
580 kcal
1
5.0/5

Indice dei Contenuti

Ingredienti

Dosi per

4 porzioni






• Tagliate a pezzi il baccalà e mettetelo a bagno nel latte per circa 2 ore.

• Trascorso il tempo indicato, trasferite il pesce e il latte in un pentolino, aggiungete l’acqua e mettetelo a cuocere per circa 30 minuti.

• Nel frattempo, sbucciate l’aglio e sciacquate il prezzemolo, mettete da parte qualche foglia per la presentazione, quindi tritateli e metteteli da parte.

• Scolate il baccalà, pulitelo privandolo della pelle e delle spine, nel caso aiutatevi con una pinzetta, sbriciolatelo e trasferitelo in una ciotola capiente.

• Con un cucchiaio di legno mescolate energicamente il baccalà aggiungendo l’olio a filo come fosse una maionese. Appena otterrete una consistenza cremosa, aggiungete il trito di aglio e prezzemolo e mescolate per amalgamarlo al composto.

• Guarnite il Baccalà mantecato con le foglie di prezzemolo e servite.

Noi di Spadellandia non vediamo l’ora di smentire il famoso detto che vede il pesce come alimento delicato da cuocere, difficile da comprare, facile da rovinare. E per convincere i più scettici e coloro che si spaventano facilmente di fronte a un menu “tuttopesce”, vi proponiamo questo Baccalà mantecato, un piatto veloce e facile. Sfiziosa e originale, questa ricetta non può mancare sulla tavola, sia nel menu settimanale, sia in quello delle grandi occasioni o delle feste. Il Baccalà mantecato è un profumatissimo piatto che sprigiona tutto il sapore della brezza marina, sicuramente apprezzato anche dai palati più raffinati. Il Baccalà mantecato è oltretutto un vero e proprio toccasana se è vero che il suo ingrediente principe è povero di grassi, risulta di facile digeribilità e presenta una gamma di vitamine minerali (fosforo, ferro, iodio) e acidi grassi polinsaturi che non si trovano facilmente negli altri cibi. Spadellandia vi invita a variare il tipo di pesce a seconda dei gusti per provare versioni via via diverse di questa ricetta di mare e, se il tempo è poco, di optare per la qualità surgelata. Potete servire il vostro Baccalà mantecato anche in pirofiline da porzione, per un’idea creativa “finger food”, il cibo da spilluzzicare in un buffet o apercicena; accompagnateli con polpettine di patate, minicrostini di mare, fagottini ripieni di orata, bicchierini con code di gambero e salsa cocktail! 

I consigli di Francesca

• Se non trovate il baccalà già ammollato e dissalato, potete prepararlo voi mettendolo in un recipiente coperto di acqua per circa 3 avendo cura di cambiare l’acqua 2-3 volte al giorno.

• Potete inoltre servire il vostro baccalà con delle fette di pane abbrustolito o, nella maniera più classica, con delle fettine di polenta abbrustolite.

• Il baccalà mantecato si conserva in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica al massimo per due giorni.

Ricetta di Francesca Cavallo
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}

Le ricette del giorno 25 febbraio 2024

Lista della spesa

Inviati per email un promemoria degli ingredienti da acquistare